Zona rossa nazionale nei week-end e bar e ristoranti chiusi anche dopo l’Epifania?

Il Governo sta anche valutando in queste ore l'ipotesi di prolungare le restrizioni introdotte mediante il Decreto Natale sino almeno al 15 gennaio

Più informazioni su

Si prospettano tempi ancora una volta tutt’altro che facili per l’Italia e per i suoi abitanti. Stando a quanto riferito dal quotidiano “La Repubblica”, il Governo sta valutando l’ipotesi di istituire una zona rossa nazionale nei giorni festivi e pre-festivi anche dopo l’Epifania.

In questo caso, nei fine settimana resterebbero chiusi bar, ristoranti, negozi, centri commerciali e non sarebbero permessi neppure gli spostamenti non essenziali. Resta da capire, nel caso, come verranno introdotte queste misure: il nuovo DPCM sarà pronto entro il 7 gennaio o sarà emanata un’ordinanza che traghetterà il nostro Paese sino al 15 gennaio?

A tal proposito, spiega “Il Corriere della Sera”, a Palazzo Chigi si sta pensando di mantenere in vigore le restrizioni del decreto Natale almeno fino a metà mese. Cosa significa? Bar e ristoranti chiusi anche e pranzo e stop a qualsiasi spostamento (al netto di deroghe o motivi di comprovata urgenza, di salute o di lavoro), fors’anche al di fuori dei confini comunali.

Nelle prossime ore, in ogni caso, ne sapremo di più. Quel che è certo è che ci sarà ancora da stringere i denti per un po’, considerata la risalita dei contagi e la riapertura delle scuole, al momento programmata per il 7 gennaio e già ufficializzata dal ministro Lucia Azzolina.

 

Più informazioni su