<-- fb verification -->

Zona gialla rafforzata il 7 e l’8 gennaio in Italia: no spostamenti fuori regione, bar e ristoranti aperti fino alle 18

Venerdì 8 gennaio saranno disponibili i dati aggiornati del monitoraggio a cura dell'Istituto Superiore di Sanità e l'inasprimento della soglia Rt potrà causare l'inserimento di alcune regioni o province autonome in fasce di colore arancione e rosso

Oggi e domani, giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, l’Italia torna in zona gialla, ma sarà una zona gialla “rafforzata”, ovvero con alcune limitazioni più severe rispetto alle regole rimaste in vigore fino allo scorso 23 dicembre.

Ecco, nel dettaglio, cosa prevede il nuovo decreto legge per le prossime 48 ore:

COPRIFUOCO. Attivo tutti i giorni, dalle 22 alle 5.

SPOSTAMENTI. Vietati gli spostamenti tra regioni o province autonome diverse, tranne che per “comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute” documentabili con l’autocertificazione. È ammesso il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. No, invece, agli spostamenti verso le seconde case che si trovano in un’altra regione o in un’altra provincia autonoma.

BAR E RISTORANTI. I bar e i ristoranti rimarranno aperti fino alle 18. Dopo quell’ora saranno consentiti l’asporto e la consegna a domicilio.  Sarà vietato consumare cibo nelle adiacenze del locale.

NEGOZI. Aperti tutti i negozi, compresi i centri commerciali.

Ricordiamo inoltre che venerdì 8 gennaio saranno disponibili i dati aggiornati del monitoraggio a cura dell’Istituto Superiore di Sanità e l’inasprimento della soglia Rt potrà causare l’inserimento di alcune regioni o province autonome in fasce di colore arancione e rosso. In ogni caso, esse scatteranno a partire dall’11 gennaio: nel week-end, infatti, sarà arancione l’intero Belpaese.