Un bel Vbc Synergy Mondovì spaventa Taranto

I monregalesi cedono in tre set sempre con il risultato di 25-23

Più informazioni su

Grande prestazione del Vbc Synergy Mondovì, che al PalaMazzola gioca a viso aperto contro la Prisma, seconda forza del campionato, e si arrende dopo un’ora e mezza. Tre set giocati alla pari contro una delle squadre più forti e attrezzate, decisi nel finale da piccoli episodi e conclusisi tutti 25-23. I biancoblù hanno risposto colpo su colpo a Coscione e compagni, tenendo testa nel confronto in battuta e ricezione. Leggermente meglio i rossoblù in attacco e a muro, trascinati dai centrali Alletti e Di Martino, in serata di grazia. Ma i monregalesi meritano davvero un grande applauso.

LA PARTITA. Barbiero schiera Milano in palleggio, Di Pinto conferma il sestetto visto a Brescia (Coscione e Padura Diaz sulla diagonale, Di Martino e Alletti al centro e Gironi in banda con Fiore, libero Goi).

Buona partenza dei monregalesi, che lottano punto a punto contro i padroni di casa fino al 9-10. Una murata e l’ace di Coscione portano il tabellone sul 14-12, ma i biancoblù infilano quattro punti consecutivi e costringono Di Pinto a chiamare il primo time-out. L’esperienza di Fiore e Padura Diaz riporta in parità i tarantini, che poi allungano sfruttando due errori ospiti. Sul 22-20 Barbiero richiama i suoi, Paoletti spara due belle bordate ma dopo un nuovo time-out di Di Pinto Fiore chiude 25-23.

Parte forte il Vbc Synergy nel secondo parziale: l’ace di Marra porta i monregalesi a +3, poi Borgogno firma il punto del 4-8. La Prisma trova un parziale di quattro punti consecutivi, poi Paoletti e Marra fanno ripartire Mondovì (10-12). Quando un missile di Paoletti mette in crisi la ricezione tarantina il tabellone segna 12-15 e Di Pinto chiama il primo time-out. Il vantaggio monregalese regge fino al 14-17, quindi un errore di Ferrini in battuta e di Borgogno in attacco permettono la rimonta a Taranto, che sorpassa con Fiore (18-17). Il time-out di Barbiero non ferma l’allungo pugliese, Borgogno e Paoletti provano a tenere i monregalesi in scia. L’ultimo ad arrendersi è Ferrini, poi un errore di Paoletti scrive il secondo 25-23.

Il copione si ripete nella terza frazione: sprint Vbc in avvio (8-10, 11-14), ma ancora una volta la Prisma trova il break per riportarsi avanti. I monregalesi non si disuniscono e pareggiano i conti sul 18-18. Lotta punto a punto tra le squadre nel finale, un attacco out di Paoletti porta al match ball che sfrutta il centrale Di Martino grazie ad una super alzata di Coscione.

LE PAROLE POST PARTITA. «Abbiamo fatto una grande partita – il commento di coach Mario Barbiero -, alla fine abbiamo perso ma in casa di Taranto abbiamo fatto una bella figura. Bisogna solo dare merito ai nostri ragazzi che continuano a stare bene in campo, concentrati e senza mai mollare: speriamo che continuino così. Abbiamo fatto la partita che volevamo, loro hanno quattro giocatori che hanno giocato in SuperLega, nei momenti decisivi la loro esperienza ha fatto la differenza». 

ORA UN DOPPIO IMPEGNO IN CASA. La squadra tornerà in aereo nella giornata di domani e da venerdì preparerà la partita di domenica: al PalaManera arriva Reggio Emilia, si anticipa la settima giornata del girone di ritorno. Il fischio d’inizio è in programma alle 19.

Il tour de force proseguirà poi martedì alle 18, sempre a Mondovì, con il recupero della gara contro Emma Villas Siena, rinviata alla sesta di andata per Covid.   

Taranto-Vbc Mondovì 3-0

(25-23, 25-23, 25-23)

PRISMA: Coscione 3, Padura Diaz 18, Alletti 10, Di Martino 11, Fiore 9, Gironi 5, Goi (L), Cottarelli, Hoffer. N.e.: Presta, Di Felice (L), Persoglia, Cascio, Cominetti. All.: Di Pinto-Racaniello.

SYNERGY: Milano 1, Paoletti 15, Marra 7, Bussolari 7, Borgogno 9, Ferrini 10, Pochini (L), Bosio, Fenoglio. N.e.: Camperi, Putini. All.: Barbiero-Negro.

ARBITRI: Talento-Pasciari.

NOTE – Durata Set: 26’, 29’, 26’; tot: 81’.

TARANTO: battute vincenti 4, battute sbagliate 9, ricezione 50% (prf. 34%), attacco 43%, muri 12.   

MONDOVÌ: battute vincenti 3, battute sbagliate 9, ricezione 58% (prf. 47%), attacco 39%, muri 8.

Più informazioni su