Quantcast

ULTIM’ORA – Variante inglese Covid in Piemonte: un caso a Vercelli, forse un altro nel Cuneese

La mutazione britannica del Covid-19 è stata identificata in una studentessa rientrata lo scorso 20 dicembre dall'Inghilterra. Accertamenti in corso anche su un caso di positività in Granda

Anche in Piemonte è arrivata la variante inglese del virus Sars-CoV-2, identificata nel Vercellese in una studentessa rientrata lo scorso 20 dicembre dall’Inghilterra. Inoltre, è in via di conferma anche un altro caso di mutazione britannica nel Cuneese.

“Questa è la dimostrazione che con in nostri test diagnostici siamo in grado di intercettare tutte le varianti conosciute del virus pandemico – commenta l’assessore alla Ricerca applicata Covid della Regione Piemonte, Matteo Marnati –. L’attività di prevenzione ha ben funzionato, permettendo l’immediata identificazione del paziente.

Come spiegato dalla Regione e riferito dall’ANSA, la prima analisi è stata effettuata su 9 test, di cui 3 hanno dato, rispettivamente, risultato di variante inglese, uno in corso di valutazione (probabile variante inglese) e il terzo apparterrebbe ad una variante già conosciuta, circolante in Europa, ma che non avrebbe implicazioni di maggior patogenicità.

La potenzialità di analisi con sequenziazione è di 96 campioni a settimana, fino a un massimo di 192 campioni, con un tempo di risposta in 5-6 giorni.