<-- fb verification -->

ULTIM’ORA – Il 13enne morto a Capodanno ad Asti è stato ucciso da un proiettile

Non è stato un petardo, come si era ipotizzato nelle prime ore successive al dramma, a porre fine alla vita del ragazzo. Si è trattato di una tragica fatalità?

L’autopsia condotta sul giovane corpo di R.S., il 13enne morto ad Asti la notte di Capodanno dopo avere riportato una ferita all’addome, ha rivelato un’atroce verità: a uccidere il ragazzo non è stato un petardo, come si pensava inizialmente, bensì un… proiettile.

Quest’ultimo è stato esploso da un fucile da caccia calibro 12 da distanza ravvicinata e non ha lasciato scampo all’ancora imberbe vittima, deceduta per una profonda emorragia.

Stando a quanto riferito dall’agenzia ANSA, al momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati e non si esclude che possa essersi trattato di una drammatica fatalità connessa esclusivamente ai festeggiamenti collegati all’avvento del 2021.