UFFICIALE – Garessio, il ponte “Lepetit” sarà demolito entro 60 giorni

Con il provvedimento firmato in data odierna, il sindaco, Ferruccio Fazio, considerato lo stato di pericolosità del manufatto in conseguenza agli eventi alluvionali del 2-3 ottobre 2020, ne ha stabilito la distruzione

Garessio si appresta a dire addio a un altro dei suoi ponti: dopo il “Generale Odasso”, abbattuto a fine 2020, i primi mesi del 2021 registreranno la demolizione del ponte “Lepetit”, ubicato sulla strada provinciale 582, all’altezza dello stabilimento farmaceutico dell’Huvepharma.

Con l’ordinanza firmata in data odierna, il sindaco del Comune valtanarino, Ferruccio Fazio, considerato lo stato di pericolosità del manufatto in conseguenza agli eventi alluvionali del 2-3 ottobre 2020, ne ha stabilito la distruzione.

La viabilità veicolare è attualmente garantita dalla presenza di tragitti alternativi idonei a garantire il
regolare deflusso dei mezzi e delle persone, in attesa di avviare la ricostruzione di un manufatto a campata unica, che sostituisca il manufatto esistente per cui appaiono necessari gli opportuni approfondimenti tecnici e progettuali.

La Provincia di Cuneo, ente proprietario del ponte, ha precisato che questo non è in grado di smaltire le portate idrauliche che storicamente si riversano sul territorio del Comune di Garessio, posto che già negli anni ’50 e ’60 il manufatto aveva probabilmente subìto importanti danni, cui si era provveduto con importanti rinforzi strutturali.

Pertanto, la Provincia stessa, provvederà a smantellarlo nell’arco dei prossimi 60 giorni.