Quantcast

Sostegno ai rifugi alpini e agli operatori di montagna: le proposte di “Azione” alla Camera

Proposti dal parlamentare monregalese Enrico Costa tre emendamenti al Decreto Natale introdotto dal Governo prima delle festività

Sono stati presentati alla Camera dei Deputati, a firma del monregalese Enrico Costa, tre emendamenti al “Decreto Natale”, introdotto dal Governo poco prima delle festività e il cui esame per la conversione è attualmente in corso.

“Tema centrale dell’intervento emendativo proposto da ‘Azione’ – si legge nella nota diffusa dal partito di Carlo Calenda – è il sostegno alla montagna e alle sue attività commerciali, duramente colpite dalla pandemia in corso e, di riflesso, dalla scelta di non permettere l’apertura degli impianti sciistici, ad oggi ancora chiusi”.

Il primo degli emendamenti a firma Costa prevede, quindi, che venga raddoppiato il contributo destinato agli operatori economici siti nei Comuni totalmente montani: per loro la chiusura durante le festività natalizie rappresenta un colpo pesantissimo, visto il peso che il periodo riveste nel bilancio complessivo dell’anno.

Gli altri due emendamenti, invece, mirano a inserire un sostegno economico anche per i rifugi e bivacchi alpini, attività che finora non hanno beneficiato di alcun supporto.

“Ringraziamo l’onorevole Costa – asserisce il coordinamento provinciale di Azione – per l’iniziativa parlamentare svolta a sostegno dei territori montani e delle attività ivi stanziate, che, per la nostra provincia, rappresentano fonte di reddito per numerose famiglie e, molto spesso, un argine contro lo spopolamento di tali zone”.

Immediata la replica del parlamentare monregalese: “Ho raccolto la sollecitazione dell’Uncem e del suo presidente, Marco Bussone. Penso che tutte le forze politiche siano sensibili alle difficoltà degli operatori economici della montagna: insieme speriamo di convincere il Governo a intervenire nel senso indicato dagli emendamenti”.