Scuole aperte oggi, giovedì 7 gennaio: in presenza 5 milioni di studenti dell’infanzia, delle elementari e delle medie

Resta ancora da sciogliere il nodo superiori: il Governo ha fissato la ripresa della didattica in classe al 50% lunedì 11 gennaio, ma in Piemonte si proseguirà fino a sabato 16 gennaio con la DAD al 100%

Prima campanella dopo la sosta natalizia per 5 milioni di studenti delle scuole dell’infanzia, elementari e medie, ma anche per i ragazzi delle superiori, questi ultimi ancora costretti alla didattica a distanza.

Sì, perché mentre i loro colleghi più giovani da questa mattina hanno ripreso a seguire le lezioni in presenza all’interno delle rispettive aule, gli allievi della secondaria di secondo grado al momento possono farlo soltanto in via telematica, in attesa che il Governo consenta la ripartenza della didattica frontale.

Ricordiamo che, al momento, la data scelta per il ritorno in aula dei giovani delle superiori è lunedì 11 gennaio, ma tutto domani potrebbe cambiare, poiché sono attesi i monitoraggi dell’Istituto Superiore di Sanità rispetto agli indici regionali.

Il Piemonte, intanto, ha provveduto autonomamente ad assumere una decisione: il governatore Alberto Cirio ha sottoscritto un’ordinanza con cui stabilisce che le secondarie di secondo grado continueranno a svolgere le lezioni con la formula della DAD al 100% sino a sabato 16 gennaio compreso, con la riapertura degli istituti scolastici a partire dal 18 gennaio, Covid permettendo.