Quantcast

Pochi vaccini in Piemonte, slitta al 6 febbraio il “V-Day” per gli over 80

La consegna del vaccino "Moderna" (4.800 dosi) nella nostra Regione è stata procrastinata al 31 gennaio e, dunque, il rinvio si è reso inevitabile

L’intenzione della Giunta Cirio era chiara e trasparente, tanto da essere stata annunciata e ribadita di fronte alle telecamere e ai microfoni dei giornalisti: sabato 30 gennaio 2021 avrebbero dovuto avere inizio le vaccinazioni anti-Covid sugli over 80, con 2.400 anziani coinvolti.

Il condizionale passato è d’obbligo, purtroppo, perché il “V-Day” slitterà di una settimana, venendo riprogrammato per il sabato successivo (6 febbraio).

Una scelta ufficializzata nella serata di ieri, sabato 23 gennaio 2021, dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, confrontatasi con il Governo sulla questione.

Purtroppo, la consegna in Piemonte del vaccino “Moderna” (4.800 dosi) è stata procrastinata al 31 gennaio e, dunque, il rinvio si è reso inevitabile.