Open day al Baruffi di Ceva: nelle giornate di orientamento gamification e nuove curvature

L’ultimo appuntamento, previsto per sabato 16 gennaio, sarà invece l’occasione per sperimentare, parallelamente ai tradizionali incontri in presenza, una formula del tutto nuova: un’Escape Room virtuale

Un’occasione per presentare le nuove curvature degli indirizzi Finanza e Marketing (AFM) e Costruzioni, Ambiente e Territorio (CAT), oltre che entrare in contatto con le famiglie e coinvolgerle nelle nuove metodologie didattiche: proseguono le giornate di orientamento dedicate ai ragazzi delle classi terze medie e ai loro genitori. Oggi, sabato 9 gennaio, il secondo dei tre appuntamenti previsti per la “Scuola Aperta” programmati dall’Istituto “Baruffi” di Ceva.

L’ultimo appuntamento, previsto per sabato 16 gennaio, sarà invece l’occasione per sperimentare, parallelamente ai tradizionali incontri in presenza, una formula del tutto nuova: i docenti degli indirizzi Amministrazione, Finanza e Marketing (AFM) e Costruzioni, Ambiente e Territorio (CAT) proporranno infatti, per tutti gli interessati, un’Escape Room virtuale. Si tratta di un gioco nel quale ragazzi e genitori, rinchiusi in una stanza virtuale allestita a tema (la sala di aspetto di una banca per l’indirizzo AFM e il soggiorno di una casa per l’indirizzo CAT), dovranno cercare una via d’uscita, utilizzando ogni indizio possibile e risolvendo codici, enigmi, rompicapi e indovinelli in un limite di tempo prestabilito.

L’obiettivo del gioco è duplice: da un lato far conoscere le materie principali dei due indirizzi tramite un’attività insolita e divertente; dall’altro stimolare la mente, l’intuito, la logica e, non da ultimo, il team building: la collaborazione tra tutti i partecipanti (nel rispetto delle distanze previste dalla normativa Covid) è, infatti, un fattore indispensabile per risolvere gli enigmi e completare con successo il gioco.

L’Escape Room rientra nella metodologia didattica della gamification, ovvero una strategia volta a rendere più coinvolgenti i processi di apprendimento, attraverso meccanismi tipici del gioco, con l’obiettivo di incoraggiare lo svolgimento di un’attività o l’acquisizione di un comportamento. Il principio alla base della gamification è molto semplice: se ci divertiamo, otteniamo risultati migliori.

L’utilizzo di Escape Room virtuali e, più in generale della gamification arricchirà anche l’offerta formativa curricolare del Baruffi, che è pronto a sperimentarla sul terzo degli indirizzi presenti nella sede di Ceva, ovvero il Liceo Scientifico, indirizzo nel quale, durante la didattica a distanza, sono state implementate altre metodologie innovative, quali l’utilizzo di software per l’analisi di video per lo studio dei moti in fisica, il ricorso ad attività con software matematici che permettono agli studenti di costruire nuovi significati in modalità collaborativa, la realizzazione di approfondimenti interattivi legati ad esperienze di scienze, di filosofia e interdisciplinari.

Sempre rimanendo sui due indirizzi tecnici, a partire dal prossimo anno scolastico, verranno attivate la Curvatura Management e Cultura d’impresa nell’indirizzo AFM e la Curvatura Design e Arredamento nell’indirizzo CAT. Le due curvature permetteranno agli studenti del primo biennio, nelle ore curricolari di indirizzo, di approfondire tematiche di Management da un lato e di Arredamento e Design dall’altro, utili per il proseguimento degli studi, di incontrare esperti, di effettuare visite di istruzione, grazie anche alla collaborazione con l’Università di Torino, sede di Cuneo (Scuola di Management ed Economia) e con aziende operanti nell’ambito dell’arredamento, gettando così solide basi per il successivo triennio. Le esperienze didattiche relative alla Curvatura andranno altresì ad arricchire il Curriculum Vitae, in vista di un futuro ingresso nel mondo del lavoro.

Le prenotazioni per la Scuola Aperta di sabato 16 gennaio sono aperte, sia per la visita tradizionale (per tutti e tre gli indirizzi), sia per l’Escape Room (indirizzi AFM e CAT). È possibile prenotarsi telefonando al numero 3393796732.