Quantcast

Ogni giorno è il Giorno della Memoria

La Giunta regionale ha stanziato risorse per un totale di 120.000 euro, con un contributo massimo assegnabile a ciascun progetto di 10.000 euro.

Si intitiola Ogni giorno è il Giorno della Memoria” il progetto promosso dalla Giunta regionale del Piemonte per combattere l’antisemitismo parlando direttamente ai giovani nelle scuole del territorio.

L’iniziativa è stata illustrata in una videoconferenza stampa, in prossimità del Giorno della Memoria che ricorre il 27 gennaio, dall’assessore regionale alle Politiche giovanili Fabrizio Ricca insieme al presidente della Comunità Ebraica di Casale Monferrato Elio Carmi e al presidente della Fondazione Ebraica Casale Onlus Roberto Gabei, che faranno da apripista per questo importante progetto pilota.

L’intento è favorire un nuovo approccio alla lotta ai vecchi e nuovi antisemitismi, promuovendo azioni specifiche per contrastarli, anche attraverso strumenti innovativi, quali campagne web e social e progetti multimediali. A questo scopo la Giunta regionale ha stanziato risorse per un totale di 120.000 euro, con un contributo massimo assegnabile a ciascun progetto di 10.000 euro.

I finanziamenti sono destinati ai Comuni piemontesi, singoli o associati, alle Province e alla Città Metropolitana di Torino, quali capofila di reti locali formate da scuole secondarie di secondo grado, mediante il coinvolgimento di associazioni giovanili, centri di aggregazione, organizzazioni di volontariato.

“Lanciando questo progetto in un’occasione di una ricorrenza come Il Giorno della Memoria – ha affermato l’assessore Ricca – la Regione Piemonte scrive un piccolo pezzo di storia nella lotta all’antisemitismo, una piaga che resta purtroppo all’ordine del giorno con episodi sempre più allarmanti. La politica ha il dovere di dare un messaggio forte per combattere tutti i giorni questo grave problema con le armi della cultura, a partire dai giovani e dalle scuole. Con questi progetti spiegheremo che la cultura è più forte dell’odio”.