Quantcast

Nuovo sito web sulla qualità dell’aria del Piemonte

Tramite il sito si può accedere in tempo reale a tutte le informazioni su dati, progetti, strategie, pubblicazioni di settore e piani di risanamento dell’aria in Piemonte. #qualità-dell'aria #piemonte #sito-web #assessore-matteo-marnati

aria.ambiente.piemonte.it è il nuovo sito web dal quale, tramite computer o smartphone, si può accedere in tempo reale a tutte le informazioni su dati, progetti, strategie, pubblicazioni di settore e piani di risanamento dell’aria in Piemonte.

Frutto di una collaborazione tra Regione Piemonte, Arpa Piemonte e CSI Piemonte, l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati auspica che “il sito sia anche uno stimolo affinché ognuno di noi, nella vita di tutti giorni, possa effettuare scelte consapevoli e ambientalmente sostenibili”.

Nella home page è presente la cartina del Piemonte, che consente di effettuare ricerche sulla qualità dell’aria, con la possibilità di scegliere l’area di interesse fino a raggiungere un dettaglio comunale e ottenere il dato puntuale riferito alla stazione di rilevamento.

Nella sezione “qualità dell’aria” è possibile capire quali sono gli inquinanti che originano le problematiche ambientali, gli effetti che questi hanno su salute e ambiente, quali sono le fonti da cui si origina l’inquinamento, dando la possibilità di accedere ed estrapolare i dati misurati. La sezione “valutare l’aria” presenta il sistema regionale di rilevamento e l’Inventario Regionale delle Emissioni in Atmosfera, raccoglie i dati sui principali inquinanti emessi in un anno in una determinata area geografica e descrive i modelli di qualità dell’aria e la rete di monitoraggio della Regione Piemonte.

In “politiche per l’aria” è possibile consultare il nuovo Piano regionale e le misure previste per la sua attuazione, tutti i progetti della Regione Piemonte che hanno per obiettivo il miglioramento della qualità dell’aria, comprendere la rete di collaborazione che la Regione Piemonte ha sviluppato sia a livello italiano che a livello europeo.

In ultimo “inquinamento e stili di vita”, parte dedicata a rendere consapevoli i cittadini sui comportamenti adottati quotidianamente, perché migliorare l’aria delle città non significa solo ridurre l’inquinamento atmosferico, ma anche ripensare i modi di spostarci, consumare e mangiare.