Quantcast

Nuovo DPCM 16 gennaio: no spostamenti tra regioni, zona rossa più “facile” e nuova zona bianca

Importanti novità su questo fronte si registreranno dopo la riunione pianificata per lunedì alle 10.30 dal ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, con Regioni, ANCI e Upi

Nuovo DPCM pronto a entrare in vigore sabato 16 gennaio in tutta Italia e in arrivo la prossima settimana, con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che tornerà a parlare alla nazione entro venerdì prossimo.

Importanti novità su questo fronte si registreranno dopo la riunione pianificata per lunedì alle 10.30 dal ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, con Regioni, ANCI e Upi.

Le indiscrezioni fin qui filtrate sulle misure restrittive raccontano di un inasprimento della soglia Rt, con la zona rossa pronta a scattare quando questo raggiungerà in una settimana più di 250 contagi ogni 100mila abitanti.

Sul tavolo anche la possibilità di fissare la soglia di ingresso in fascia bianca, dove tutte le attività sono aperte e c’è libertà di spostamento. Il parametro potrebbe essere fissato a indice Rt pari a 0,50, ma potrebbe non essere l’unico criterio.

Gli spostamenti tra regioni dovrebbero comunque essere vietati a prescindere dalla colorazione, mentre nelle zone rosse si manterranno i paletti natalizi per le visite ad amici e parenti: solo due adulti con minori di 14 anni.

Nei fine settimana di gennaio potrebbe scattare per tutta Italia la zona arancione, con bar e ristoranti chiusi tutto il giorno e coprifuoco dalle 22 alle 5.

Si viaggia anche verso la conferma della chiusura di piscine e palestre, ma è in corso un confronto tra il ministro Spadafora e il Comitato Tecnico Scientifico per la creazione di nuove linee guida per permettere almeno le lezioni individuali. Si potrebbe fare un’eccezione anche per le zone bianche.