Nuovo decreto Covid, misure 7-15 gennaio: nel week-end spostamenti solo nel Comune

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha posto la propria firma in calce a una serie di norme volte a traghettare la nostra nazione sino a metà mese, quando scadrà il DPCM emanato da Conte in data 3 dicembre

Nelle scorse ore il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha posto la propria firma in calce al decreto legge relativo alle restrizioni anti-Covid, che entrerà in vigore da giovedì 7 e vi resterà sino a venerdì 15 gennaio.

Una serie di norme volte a traghettare la nostra nazione sino a metà mese, quando scadrà il DPCM emanato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in data 3 dicembre.

Ecco cosa prevede.

7-8 GENNAIO: ZONA GIALLA. Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio l’Italia tornerà a essere di colore giallo, ma con divieto di spostamento tra regioni, salvo motivi di urgenza, salute o di lavoro. Ci si potrà muovere, però, all’interno della propria regione. Rimane il coprifuoco alle 22, mentre bar e ristoranti potranno riaprire fino alle 18 (poi solo asporto fino alle 22 e consegna a casa). Negozi aperti fino alle 20, aperti anche i centri commerciali.

9-10 GENNAIO: ZONA ARANCIONE. Sabato 9 e domenica 10 gennaio il nostro Paese tornerà in zona arancione ed è fortemente probabile che tale situazione si protragga per tutti i week-end di questo mese. Vietato, quindi, muoversi dalla propria regione e dal proprio Comune, eccezion fatta per i centri con meno di 5mila abitanti (in un raggio di 30 chilometri), sempre con autocertificazione. Bar e ristoranti chiusi (consentiti solo asporto fino alle 22 e consegne a domicilio). Negozi aperti, centri commerciali chiusi.

11-15 GENNAIO: REBUS. Cosa accadrà invece da lunedì 11 gennaio in poi, francamente, è un rebus, nel senso che non si hanno certezze consolidate al momento. Si tornerà probabilmente alla divisione in fasce colorate, che saranno stabilite dai fattori ormai noti, fra cui l’indice Rt. In ogni caso, anche nelle zone gialle non si potrà uscire dalla propria regione. Nelle zone rosse, invece, come anticipavamo ieri sulle nostre colonne, sarà possibile per due persone (esclusi dal computo i minori di 14 anni) andare a trovare amici o parenti una volta al giorno, ma esclusivamente all’interno del proprio Comune di residenza.