Mondovì perde 67 abitanti in 12 mesi, ma cresce la popolazione straniera: +125 unità

Superati i 300 morti nel capoluogo monregalese (l'anno scorso furono "solo" 251). Aumentano i cittadini esteri, che ora rappresentano il 13,49% dei residenti

Il Comune di Mondovì ha reso note in questi minuti le statistiche relative all’andamento demografico riscontrato nell’anno 2020, irrimediabilmente segnato dalla pandemia di Coronavirus, che, purtroppo, non ha risparmiato neppure il capoluogo monregalese.

La popolazione totale al 31 dicembre scorso si attestava a quota 22.318 abitanti (10.907 maschi e 11.411 femmine), esattamente 67 in meno rispetto ai 22.385 di dodici mesi fa.

NATI E MORTI. I nuovi nati sono stati in tutto 196 (113 fiocchi azzurri e 83 rosa), ma i morti hanno toccato quota 316 (144 uomini e 172 donne): un anno fa, i decessi furono 251.

IMMIGRATI ED EMIGRATI. Per quanto concerne il registro degli immigrati nella città del Moro, esso annovera 744 nuove unità, a cui vanno sottratti i 691 cittadini emigrati.

FAMIGLIE. Calano leggermente i nuclei familiari (da 9.891 a 9.888), differenza data dal rapporto fra schede di famiglia istituite (430) ed eliminate (433).

FASCE D’ETÀ. La fascia d’età con il maggior numero di residenti è composta dai cittadini compresi fra i 30 e i 65 anni (10.578). Seguono gli abitanti dai 66 anni in su (5.341), fra i 15 e i 29 anni (3.463), tra i 7 e i 14 anni (1.596) e fra 0 e 6 anni (1.340).

STRANIERI. Gli stranieri a Mondovì sono 3.011 (1.470 uomini, 1.541 donne), 125 in più rispetto al 31 dicembre 2019, e costituiscono il 13,49% della popolazione totale. I quattro Stati più rappresentati sono Marocco (940 unità), Romania (699), Albania (275) e Repubblica del Congo (156). A livello di suddivisione geografica, l’Africa è il continente più rappresentato (1480 unità), grazie, come detto, al Marocco e alla Repubblica del Congo, ma anche alla Nigeria (62 unità). Segue l’Europa, con 1226 unità (oltre alle già citate Romania e Albania, figurano anche la Macedonia e il Kosovo, rispettivamente con 37 e 33 unità). Sono 175, invece gli asiatici: Cina (86), Pakistan (31), Bangladesh (26) e India (13) le nazioni più presenti. Infine, 116 residenti provengono dalle Americhe (di cui 31 dal Brasile, 14 dalla Repubblica Dominicana, 13 dal Cile e da Cuba), mentre sono in tutto 4 i cittadini di provenienza sconosciuta (3 uomini) e 3 “in corso di definizione”.

QUARTIERI. Stilata anche la graduatoria dei quartieri più popolosi: eccola di seguito. Altipiano Sud (6354 residenti); Altipiano Nord (3727); Breo (3165); Carassone (2084); Piazza (1818); Sant’Anna Avagnina (1383); Borgato (1051); Merlo (473); Breolungi (451); San Giovanni dei Govoni (407); Rifreddo (315), Gratteria (310); San Biagio (225); Pascomonti (214); Pogliola (177); San Quintino (164).

PARROCCHIE. Infine, la “classifica” delle parrocchie: Altipiano Sud (Sacro Cuore, 4329 fedeli); Ferrone (Santa Maria Maggiore, 3043); Altipiano Nord (Cuore Immacolato, 2873); Carassone (Santissimi Giovanni e Evasio, 2022); Piazza (Cattedrale San Donato, 1845); Breo (Santissimi Pietro e Paolo, 1812); Sant’Anna Avagnina (1435); Borgato (Maria Vergine Assunta, 1224); Piandellavalle (Sant’Agostino, 1114); Breolungi (Maria Vergine Assunta, 536); Merlo (Invenzione Santa Croce, 486); Rifreddo (Visitazione, 311); Gratteria (Santissimi Apostoli, 309); San Giovanni dei Govoni (San Giovanni Battista, 290); San Biagio (244); Pascomonti (191); San Quintino (155). Sono inoltre 99 (51 uomini e 48 donne) i fedeli monregalesi presso parrocchie di altri Comuni.