La commemorazione dell’eccidio di Ceretto ai tempi del covid-19 foto

E' la prima volta in cui la cerimonia si è svolta in forma non pubblica

Busca/Costigliole. Una commemorazione in forma ristretta quella andata in scena stamattina, 10 gennaio 2021, in occasione del 77emo anniversario dell’eccidio di Ceretto.

Ai tempi del covid-19 non si dimentica nulla. A distanza di un anno, ricordiamo nel 2020 la presenza del governatore Cirio in questa occasione, cambiano le modalità nella frazione in comune a Busca e Costigliole Saluzzo.

Mancavano la banda, gli alunni delle scuole. Presenti i sindaci Marco Gallo e Fabrizio Nasi, i rappresentanti delle Forze dell’ordine e delle Associazioni, da Costigliole l’assessore comunale e presidente dell’Associazione 5 Gennaio Ivo Sola, il consigliere di Busca e autore de “I cardellini del Ceretto” Eros Pessina, lo storico Livio Berardo autore della ristampa del libro “Ceretto 5 gennaio 1944, cronaca di un eccidio”.

E’ la prima volta in cui la cerimonia si è svolta in forma non pubblica.