Il Consiglio comunale di Bra si riunisce per discutere il bilancio

La seduta, fissata per martedì 12 gennaio alle 15, verrà trasmessa in diretta streaming su You Tube

Prima seduta del 2021 per il Consiglio comunale di Bra, convocato dal presidente Fabio Bailo per le ore 15 di martedì 12 gennaio. L’assemblea, che si svolgerà in modalità telematica, sarà dedicata principalmente alla discussione del bilancio di previsione per il triennio 2021/2023. Sarà possibile seguire il Consiglio comunale in diretta streaming e, successivamente, in differita, sul canale You Tube del Comune di Bra, collegandosi a questo link. (rb)

Si allega l’ordine del giorno dei lavori.

1 – Comunicazioni del Presidente e del Sindaco.

2 – Addizionale comunale all’IRPEF. Determinazione aliquote, fascia di esenzione e regolamento anno 2021.

3 – Imposta municipale propria (IMU). Determinazione aliquota e detrazioni anno 2021.

4 – Determinazione indennita’ di carica al presidente del consiglio comunale e gettoni di presenza per la partecipazione alle sedute del consiglio comunale, delle commissioni consiliari permanenti e delle commissioni comunali previste per legge per l’anno 2021.

5 – Piano delle alienazioni e valorizzazione immobiliari per il trlennio 2021/2023 ai sensi e per gli effetti dell’art. 58 d.l. n. 112/08, convertito in legge n. 133/2008 e s.m.i.

6 – Verifica quantità e qualità di aree e fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie da cedere a terzi in proprietà e diritto di superficie. anno 2021 – art. 172 comma-1 lettera b) del d.lgs. 267/2000.

7 – Legge regionale n. 15/1989 e sue modifiche ed integrazioni (contributi per gli edifici di culto). approvazione del programma comunale degli interventi per l’anno 2021.

8 – Nota di agglornamento al documento unico di programmazione (DUP) per il triennio 2021/2023. approvazione.

9 – Bilancio di previsione finanziario (BPF) per il triennio 2021/2023. approvazione.

10 – Istituzione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e · del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate. disciplina provvisoria.