Gli auguri del sindaco di Roburent: “Abbiamo imparato che senza gli altri non siamo nessuno”

Giulia Negri, primo cittadino: "Voglio rivolgere auguri semplici e, alla vista, poco sfarzosi, ma che racchiudono la speranza di un domani all'insegna della serenità, della coesione, della ritrovata armonia, della prosperità e del benessere"

Il sindaco di Roburent, Giulia Negri, a nome suo e dell’intera amministrazione comunale, ha inteso rivolgere alla cittadinanza e a tutti i visitatori del Comune alpino gli auguri per l’anno appena cominciato.

“Quest’anno abbiamo ben compreso quanto quello che consideriamo, da sempre, necessario e indispensabile, possa in realtà divenire tutto ad un tratto superfluo – scrive il primo cittadino sulla pagina Facebook istituzionale –. Ci affanniamo per venerare il culto del bello, per scalare la montagna del successo fino all’apice e per essere sempre fonte di imitazione, ma quando le nostre fermezze vacillano e il pericolo ci intacca nel profondo, ecco che ritorniamo a percepirci di nuovo piccoli e disarmati, svanendo ogni riflesso di onnipotenza e grandiosità”.

“Appare quindi ragionevole come non lo è mai stato – conclude –, confezionare, per quest’anno, auguri semplici e, alla vista, poco sfarzosi, ma che racchiudano la speranza di un domani all’insegna della serenità, della coesione, della ritrovata armonia, della prosperità e del benessere. Qualunque obiettivo, infatti, non può pensarsi raggiunto senza possedere, prima, queste virtù. Buon 2021!”.