Quantcast

Giornata della Memoria: iniziative e celebrazioni in formato on line

Iniziative su piattaforme on line in molti Comuni della Granda. Qui sotto i programmi di Alba, Cuneo e Bra.

In occasione del 76° anniversario del 27 gennaio 1945, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, torna anche quest’anno la ‘’Giornata della Memoria”. A causa dell’emergenza sanitaria in corso, quest’anno gli appuntamenti nella Granda sono organizzati online o in forma ristretta, senza pubblico e nel pieno rispetto delle disposizioni legate alla sicurezza.

Ad Alba le manifestazioni legano la Giornata della Memoria a quella del Ricordo per le foibe (10 febbraio). Oltre alle messe di suffragio celebrate nei giorni per tutte le vittime dei campi di sterminio, delle persecuzioni razziali e a ricordo di tutti i Giusti che aiutarono i perseguitati, mercoledì 27 gennaio il sindaco Carlo Bo deporrà una corona di alloro in ricordo di tutti i caduti nel giardino dedicato alla memoria delle Vittime dei campi di sterminio in via Roma, così come mercoledì 10 febbraio nel giardino delle Vittime delle Foibe lungo corso Matteotti. Altre corone saranno depositate, sempre senza cerimonie pubbliche, nei luoghi della città dove sono ricordati con lapidi gli avvenimenti oggetto della commemorazione. Sempre mercoledì 27 gennaio il presidente del Consiglio comunale di Alba, Domenico Boeri, ha indetto alle 18 e mercoledì 10 febbraio, sempre alle 18, due collegamenti in streaming sul canale YouTube dell Comune con interventi del sindaco, del presidente del Consiglio comunale, di assessori e consiglieri. Sabato 30 gennaio alle 17, in via Vittorio Emanuele, le Donne in nero organizzano la loro tradizionale manifestazione. L’Associazione culturale Magog distribuirà alle scuole albesi secondarie di primo e secondo grado la registrazione su chiavetta di alcune letture tratte dal libro di Danilo Dolci “Non sentire l’odore del fumo”, così come il Centro Culturale San Giuseppe fornirà gratuitamente libri sul Beato Girotti, video sui campi di sterminio commentati da Angelo Travaglia, il video “Bianca e Lucia”, storia di due ragazze ebree sopravvissute ai campi di sterminio e un video sull’eccidio di Boves del 19 settembre 1943. Sono anche disponibili a titolo gratuito i pannelli per l’allestimento di una piccola mostra itinerante dal titolo “Esodo e Foibe”. Continua, infine, il progetto “Promemoria_Auschwitz”, interamente online e con la partecipazione di oltre 480 studenti delle scuole superiori del territorio. Gli alunni saranno coinvolti in laboratori di preparazione ad una visita virtuale guidata dell’ex lager di Auschwitz-Birkenau e in un percorso di approfondimento successivo alla visita.

Cuneo in Prefettura mercoledì 27 gennaio, alle 11,  videoconferenza durante la quale Simone Ghelli, dottorando in Filosofia presso l’Università di Pavia, interverrà sul tema “Il peso insostenibile della fortuna. I sommersi e i salvati di Primo Levi”. L’evento si svolgerà in streaming, coinvolgendo una rappresenranza di studenti iscritti alle scuole superiori del territorio.  La Prefettura insignerà anche la Medaglia d’Onore a cittadini italiani, sia civili che militari, e ai familiari dei deceduti deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra durante il Secondo conflitto mondiale. A causa dell’emergenza sanitaria non sarà possibile organizzare la tradizionale cerimonia di conferimento, per cui le onorificenze saranno recapitate direttamente alle famiglie degli insigniti ad opera della Prefettura.
Sempre mercoledì 27 gennaio sarà pubblicato sul sito del Comune e su quello del progetto Cantoregi il video “Come rane d’inverno”, lavoro scenico dedicato alle donne e realizzato al Soms di Racconigi. Le immagini saranno accompagnate dalle parole di dodici autrici, tra cui Liliana Segre e Lidia Rolfi, accanto a Anna Frank e Etty Hillesum, ma anche chi ha dedicato alla Shoah il proprio pensiero filosofico come Hannah Arendt e Simone Weil. Anche il Progetto Har- Fotografia, Musica Arte Cultura di Cuneo guidato da Ober Bondi, partecipa con un ricordo con un video su YouTube dedicato al momento dell’apertura dei cancelli di Auschwitz e di altri campi di sterminio.

Bra cerimonia in streaming sul sito e la pagina Facebook del Comune alle 20,45 con voci e testimonianze in arrivo simbolicamente dai binari della stazione cittadina. Interverrà anche uno studente che ha partecipato all’esperienza del viaggio della Memoria, ripercorrendo una pagina di storia locale attraverso le vicende di Adalberto Balog, cittadino di Bra internato e morto ad Auschwitz. Da giovedì il video sarà sul canale YouTube del Comune.

Altre celebrazioni e iniziative sono previste sui canali social dei Comuni della Granda.