Quantcast

Demarchi e Gagliasso: “il ponte di Giugiaro ridisegnerà l’immagine di Garessio”

I consiglieri regionali della Lega: "unirà nuovamente le due sponde del fiume con un approccio moderno seppur armonico rispetto all’esistente, ma soprattutto darà finalmente al comune la possibilità di non dover imbracciare la pala ogni volta che si verifica un evento atmosferico eccezionale”

È stato presentato stamattina in Regione il progetto firmato da Giorgetto Giugiaro, con concept e modello tridimensionale, del nuovo ponte di Garessio che sostituirà lo storico ponte pedonale Odasso, demolito in autunno dopo l’alluvione che vide il Tanaro travolgere il centro abitato.

“Un ponte che possiamo definire autoctono – commenta soddisfatto il consigliere regionale della Lega  Paolo Demarchipensato da un garessino per i garessini. Giorgetto Giugiaro, progettista della nuova struttura, ha prestato la sua arte, riconosciuta in tutto il mondo, alla sua città natale dopo che questa era stata messa in ginocchio dall’alluvione di ottobre. Un bel segnale che ci parla di attenzione al territorio, di rinascita e di futuro”.

“Una struttura ad uso pedonale – aggiunge il consigliere regionale Matteo Gagliasso, anche lui eletto in provincia di Cuneo – con la possibilità, in caso di necessità, di reggere anche minime condizioni di traffico veicolare. Un progetto entusiasmante che stasera in diretta Facebook verrà illustrato al pubblico e per cui il sindaco di Garessio, Ferruccio Fazio, insieme al Cavaliere Giugiaro lasceranno una impronta indelebile per la loro bella cittadina”.

“Questo ponte ridisegnerà l’immagine di Garessio – concludono i consiglieri del gruppo Lega Salvini Piemonte  – unendo nuovamente le due sponde del fiume con un approccio moderno seppur armonico rispetto all’esistente, ma soprattutto darà finalmente al comune la possibilità di non dover imbracciare la pala ogni volta che si verifica un evento atmosferico eccezionale”