Controlli dei compostatori: il consorzio SEA lancia una campagna per il compostaggio di qualità

A partire da gennaio oltre 750 controlli educativi presso le abitazioni degli iscritti all’albo dei compostatori

Saluzzo. Gli scarti biodegradabili noti come “umido” o “organico” rappresentano più di un terzo, in termini di peso, dei rifiuti mediamente prodotti in ambito domestico.  Grazie al compostaggio (domestico o di comunità) è quindi possibile ridurre il peso dei rifiuti conferiti generando diversi benefici di natura ambientale ed economica, per il singolo cittadino e per la collettività. Il Consorzio S.E.A., per verificare l’andamento della raccolta in ambito domestico e fornire un supporto educativo agli utenti, effettuerà a partire dal mese di gennaio 2021 una campagna di controlli per tutti gli utenti iscritti ai vari albi compostatori comunali con il supporto della Cooperativa E.R.I.C.A.

Sono infatti quattordici i Comuni appartenenti al Consorzio S.E.A. che hanno attivato l’albo dei compostatori, con oltre 5.000 utenze registrate e più di 1.370 tonnellate di rifiuti gestiti. Grazie all’albo dei compostatori i Comuni possono inserire i quantitativi recuperati con il compostaggio nei dati di produzione rifiuti, migliorando gli indicatori di raccolta differenziata e abbattendo la quota pro-capite di produzione rifiuti; in alcuni Comuni, a titolo di incentivo, viene riconosciuto agli utenti che effettuano il compostaggio uno sconto sulla tassa rifiuti.

Nel mese di gennaio gli operatori fisseranno telefonicamente degli appuntamenti con una parte degli utenti. Nelle date concordate gli addetti si recheranno presso le abitazioni dei cittadini muniti di tesserino di riconoscimento ed effettueranno un breve sopralluogo presso la compostiera. Durante il controllo verranno analizzati alcuni parametri (in particolare, temperatura, umidità e pH), e verranno fornite indicazioni per ottimizzare il funzionamento della compostiera. Inoltre, a tutti gli utenti verrà donato il manuale “Il compostaggio domestico – Tecniche e consigli utili” a cura di Roberto Cavallo, ed alcuni enzimi per eventualmente facilitare i processi di degradazione.

I tecnici addetti al monitoraggio accederanno al solo luogo in cui è eseguito il compostaggio, qualora venisse avanzata una richiesta diversa, come ad esempio l’accesso ad aree dell’abitazione, andrà rifiutata e segnalata immediatamente agli uffici CSEA.

I primi Comuni coinvolti nel mese di gennaio saranno:

  • Tra l’11 e il 15 gennaioCaramagna PiemonteMurelloRacconigi;
  • Tra il 18 e il 22 gennaioMonasterolo di SaviglianoVillafalletto;
  • Tra il 28 gennaio e il 1° febbraioMantaRevello.

Tra febbraio e marzo i controlli educativi proseguiranno nei comuni di Saluzzo, Savigliano, Cavallermaggiore, Moretta, Pagno, Polonghera e Sant’Albano Stura.

Qualora determinate utenze avessero particolare necessità e volessero quindi candidarsi per avere il supporto degli operatori fissando un appuntamento si prega di scrivere una mail entro venerdì 8 gennaio, per i Comuni di Caramagna Piemonte, Murello e Racconigi, entro mercoledì 13 gennaio per i Comuni di Monasterolo di Savigliano, Villafalletto, Manta e Revello all’indirizzo compost@cooperica.it oppure scrivere un messaggio alla pagina facebook del Consorzio SEA “Per una differenziata da Record”