Confindustria Cuneo propone due webinar gratuiti alle associate “La Legge di bilancio 2021”

L’appuntamento per i chiarimenti sulla manovra votata dal Parlamento sono in programma mercoledì 13 gennaio alle 9,30 e giovedì 14 alle 16

La Legge di bilancio 2021 votata dal Parlamento italiano a ridosso di San Silvestro ha contenuti molto articolati, i cui effetti si dispiegheranno lungo tutto l’anno e riguarderanno sia la vita quotidiana dei cittadini, sia le attività imprenditoriali.

È una normativa piuttosto complessa, districarsi nella quale per i non esperti di diritto non è semplice. I tecnici di Confindustria Cuneo stanno analizzando a fondo la Legge di bilancio dello Stato e l’illustreranno alle aziende associate durante due webinar programmati per mercoledì 13 e giovedì 14 gennaio.

La partecipazione è gratuita: per prendere parte ai seminari on-line occorre iscriversi tramite il sito confindustriacuneo.it/calendario.

Il primo webinar, organizzato per inquadrare la manovra di bilancio 2021 nel suo complesso, soffermandosi in particolare sui contenuti fiscali, finanziari ed economici, inizierà alle 9,30 di mercoledì 13.

Il vicedirettore di Confindustria Cuneo, Valerio D’Alessandro, con Laura Bruno, Nadia Ferraro, Elena Boretto, Nicolò Cometto e Andrea Corniolo, affronterà i seguenti temi: credito beni strumentali e credito formazione 4.0, credito ricerca e sviluppo e innovazione tecnologica, proroga bonus edilizi, semplificazioni Iva, detrazioni lavoro dipendente, misure per investimenti, Sabatini ter e Fondo di garanzia per le Pmi, proroga moratoria finanziamenti, plastic tax e sugar tax.

Giovedì 14, alle 16, sarà proposto un focus su lavoro e previdenza, sempre alla luce della nuova Legge di bilancio.

Giacomo Bordone, responsabile dell’Area lavoro e welfare di Confindustria Cuneo, con le colleghe Stefania Bergia, Veronica Ciccotelli e Alice Zagami, tratterà in particolare i seguenti argomenti: agevolazioni contributive per l’assunzione di giovani e di donne, rinnovo dei contratti a tempo determinato, esonero contributivo per aziende che non richiedono integrazioni salariali, proroga di dodici settimane delle integrazioni salariali Covid-19, proroga del divieto di licenziamento al 31 marzo 2021, disposizioni in tema di pensioni e in materia assistenziale.