<-- fb verification -->

Botti di Capodanno, 180 italiani denunciati, 48 arrestati e 79… feriti

Oltre al decesso di un ragazzo di soli tredici anni ad Asti, una donna è stata colpita alla testa nel Napoletano dalla scheggia di un petardo ed è viva per miracolo

Più informazioni su

Il Dipartimento nazionale della Pubblica Sicurezza ha rilasciato i dati ufficiali relativi a sanzioni e arresti effettuati nella notte di Capodanno in relazione a botti di San Silvestro.

In particolare, sono state denunciate 180 persone a piede libero e ne sono state arrestate 48, a fronte delle 51 di un anno fa.

Come si legge nella nota ufficiale, riguardo ai materiali sequestrati durante il mese di dicembre, al momento si tratta di 48 strumenti lanciarazzi, 36 armi comuni da sparo, 1728 munizioni, 1.487 chili di polvere da sparo, 6.212 manufatti appartenenti alla quarta e alla quinta categoria del Testo unico di pubblica sicurezza, 7.490 chili di manufatti con la marcatura “CE”, 7.923 chili di prodotti comunque non in regola e 198.125 pezzi di articoli pirotecnici di varia natura.

“Tra i motivi principali dei sequestri – riporta l’ANSA –, l’eccedenza dei carichi detenuti dai titolari delle licenze, l’illecita detenzione da parte di chi non ne aveva titolo e la natura illegale degli stessi prodotti sequestrati”.

Ricordiamo che i petardi hanno causato una vittima (13enne di Asti ferito mortalmente all’addome) e 79 feriti, fra cui una donna 52enne residente nel Napoletano, raggiunta al capo dalla scheggia di un botto che soltanto per miracolo non l’ha uccisa.

Più informazioni su