Quantcast

Bosca S. Bernardo Cuneo: brutta sconfitta a Bergamo. Decisiva la stanchezza per gli ultimi impegni.

Le ragazze di coach Pistola giocano ai loro livelli solo nel primo set (vinto). A partire dal secondo parziale si spegne la luce per le Gatte, visibilmente provate dal tour de force dell’ultimo periodo. Ora un turno di riposo all’insegna della riflessione.

I favori del pronostico erano certamente dalla parte di Cuneo, per quanto riguardava il match che ha avuto luogo questa sera al Pala Agnelli di Bergamo, con protagoniste la Zanetti Bergamo e la Bosca S. Bernardo Cuneo. Nonostante le due sconfitte consecutive capitan Signorile (Campionessa d’Italia con Bergamo nel 2011) e compagne si erano dimostrate in grado di giocarsela alla pari con la seconda e la terza del campionato per gran parte delle due partite. Bergamo, invece veniva da cinque sconfitte di fila, e occupava la terzultima posizione in classifica. Ma i pronostici sono fatti per essere smentiti, e infatti le lombarde, dopo un primo set vinto meritatamente dalle Gatte, hanno saputo reagire in modo caparbio, portando a casa senza troppi patemi i successivi tre parziali. Tre punti pesantissimi per le bergamasche e una grande occasione persa per Cuneo, che ora dovrà affrontare il turno di riposo senza poter permettersi di staccare del tutto la spina, ma riflettendo sui problemi che si sono visti in grande numero in questa serata (diretta nazionale su Rai Sport+ per la quarta volta stagionale).

Formazione cuneese che può contare sulla rediviva Adelina Ungureanu, grande assente nel match di mercoledì sera a Monza. Per il resto scelte obbligate per coach Pistola, con capitan Signorile in regia, Candi e Zakchaiou centrali, Bici e Giovannini sulle bande e Zannoni come libero.

Primo Set: Bergamo parte meglio volando sul 6 a 2 grazie anche ad uno splendido ace. Cuneo però riesce a ricucire sempre i vantaggi delle lombarde con grande caparbietà. Quasi tutti gli errori delle Gatte sono in difesa (punto 12-9 Cuneo tutta nei tre metri). Dal 20 in poi però, le ragazze di Pistola, come spesso accade, cominciano ad alzare i ritmi e Ungureanu con due pipe consecutive e un incredibile ace finale di Bici, vanno sull’1 a 0. Risultato: 22-25 (tempo di gioco 28 minuti), 0-1. Tabellino: Bici, Ungureanu 5; Giovannini 2; Candi, Zakchaiou 1.

Secondo Set: Stesso copione del primo set, con una nuova grande partenza Bergamo (3-0) ma una squadra di casa che non riesce mai ad essere cinica e rendere il vantaggio considerevole. Due monster block consecutivi (5-2). Combattutissimo ma non tecnicamente perfetto scambio sul 6 a 3 che culmina con Bergamo vincente. Entra Dumancic e fa due punti di fila. Sempre Dumancic è una piaga per Cuneo anche a muro. Manca la reazione di Cuneo dopo il ventesimo punto e Bergamo esce tutto sommato con merito dal set. 1 a 1. Risultato: 25-23 (tempo di gioco 32 minuti), 1-1. Tabellino: Giovannini 4; Bici, Candi 3; Zakchaiou 2; Signorile, Ungureanu 1.

Terzo Set: Set meritatamente vinto dalle bergamasche che giocano un volley migliore in ogni fondamentale. Cuneo appare troppo imprecisa soprattutto nella fase difensiva in zona centrale, con le bande di Bergamo che quasi sempre riescono a passare. Arrivano anche sul +5 (18-13). La reazione delle Gatte e d’orgoglio ma tardiva. Annullati tre set ball, le avversarie chiudono il set con un ottimo primo tempo di Dumancic. Cuneo non nella sua serata migliore. Risultato: 25-22 (tempo di gioco 25 minuti), 2-1. Tabellino: Candi 5; Zaakchaiou 4; Ungureanu 3; Bici, Giovannini 2.

Quarto Set: Parziale semplicemente non giocato dalle ragazze di coach Pistola, che staccano letteralmente la testa dal match. Nel campo di Cuneo regna una confusione forse mai vista in stagione, con Bergamo che aumenta la propria fiducia nei tre punti e arriva prima sul +7 (10-2) e poi addirittura sul +11 (18-7). Da sottolineare, per le avversarie, le prove in particolare di Prandi e Dumancic, facilitate in questo set dalle difficoltà della difesa cuneese. Il match si conclude con 11 match point per Bergamo. Dopo tre punti consecutivi di Cuneo la sfida si chiude dando tre punti fondamentali per la corsa salvezza delle lombarde. Risultato: 25-16 (tempo di gioco 24 minuti), 3-1. Tabellino: Giovannini 4; Candi 3; Zakchaiou 2; Sijepic, Ungureanu 1.

Le parole di coach Turino (Bergamo): “Una vittoria che ci voleva, dopo un inizio anno difficile. Non abbiamo giocato una grande gara, ma oggi contava vincere, anche in maniera sporca. Nel primo set abbiamo fatto decisamente troppi errori, dopo ci siamo ripresi e si è visto sul campo”.

Le dichiarazioni a caldo di coach Pistola alla fine della partita: “Non so cos’è successo nell’ultimo set. Venivamo da cinque partite buone e stasera ci siamo espressi male, senza nulla togliere a Bergamo. Bisogna capire perché è successo, questa è una brusca frenata. Ungureanu si è allenata poco in settimana ed è molto giovane, ma stasera è tutta la squadra che si è espressa a livelli non sufficienti. All’andata siamo arrivati contro Bergamo dopo il Covid ed eravamo morti, oggi è successa forse un po’ la stessa cosa, probabilmente non riusciamo a tenere i ritmi di tre partite a settimana”.