<-- fb verification -->

Associazioni educazione e infanzia piemontesi: “vaccino anticipato a educatori e insegnanti”

Lo chiedoono in una nota congiunta Tommaso Varaldo, Presidente dell'Associazione Infanzia e Famiglia AIEF, e Sabrina Bonini, Referente del Comitato EduChiAmo Piemonte

“Chiediamo che si preveda di includere nella possibile campagna di vaccinazione anticipata tutto il corpo docente di ogni ordine e grado, compresi gli educatori e gli insegnanti dei servizi educativi 0-6 anni statali, privati e paritari, che lavorano senza distanziamento sociale e con bambini che giustamente non indossano le mascherine. Come Associazioni che rappresentano diverse strutture educative e dell’infanzia sottoscriviamo la richiesta del Presidente Cirio al Governo di poter anticipare la vaccinazione a docenti e personale scolastico già in questa prima fase. Si rischia, altrimenti, che si tenti di tutelare la scuola e di far ripartire le lezioni in presenza ma non in sicurezza per tutti i docenti e gli operatori, che di questo passo rischiano di essere immunizzati ad anno scolastico già concluso. Ad un piano tamponi per la prevenzione al contagio tra gli studenti deve essere una priorità il vaccino per il corpo docente e per gli operatori della scuola, senza lasciare indietro nessuno.”
Lo dichiara in una nota stampa congiunta Tommaso Varaldo, Presidente dell’Associazione Infanzia e Famiglia AIEF, e Sabrina Bonini, Referente del Comitato EduChiAmo Piemonte.