Quantcast

Torre San Giorgio, in parrocchia la natività artistica dell’architetto Cravero

L’opera astratta del vicesindaco, dai profondi valori simbolici, ha colpito tutti

Torre San Giorgio. L’architetto Paolo Cravero anche quest’anno ha realizzato la sua personale natività artistica, che non ha mancato di suscitare curiosità e interesse.

Sarà esposta nella chiesa parrocchiale, come quella dello scorso anno che vinse il concorso dei presepi di Octavia.

Un’opera astratta, dai profondi valori simbolici, che ha colpito tutti.

“Nel mio presepe, come in una comunità – spiega l’architetto, che è anche vicesindaco del paese – i pezzi singoli sono forme anonime, prive di senso: solo una volta che ogni pezzo trova il giusto posto accanto agli altri, l’insieme acquista bellezza e significato”.