Quantcast

Stanza degli abbracci alla casa di riposo di Carrù inaugurata da Cirio e Bongioanni

Con loro era presente anche il sindaco, Nicola Schellino. Il consigliere regionale ha dichiarato: "Un progetto buono, che in un momento così difficile, dove i contatti umani diventano per forza più rari, avvicina chi ha più bisogno di noi, gli ospiti delle case di riposo, ai loro parenti, permettendo loro di ritrovare il contatto e la presenza, pur se divisi da una invisibile parete"

È stata inaugurata nella mattinata di oggi, lunedì 21 dicembre 2020, presso la casa di riposo di Carrù, la stanza degli abbracci, attraverso la quale ospiti e visitatori potranno recuperare quel contatto umano che per tanto, troppo tempo il Coronavirus ha negato loro.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco, Nicola Schellino, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e il consigliere regionale Paolo Bongioanni.

Proprio quest’ultimo ha dichiarato: “Un progetto buono, che in un momento così difficile, dove i contatti umani diventano per forza più rari, avvicina chi ha più bisogno di noi, gli ospiti delle case di riposo, ai loro parenti, permettendo loro di ritrovare il contatto e la presenza, pur se divisi da una invisibile parete. Un grazie a chi lo ha ideato e a chi lo ha realizzato, con il contributo dell’associazione di volontariato Anteas Cuneo Odv, dei Pensionati Cisl Cuneo, del Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese e della Fondazione Specchio dei Tempi e dell’Associazione provinciale case di riposo”.