<-- fb verification -->

Palestre, piscine, cinema, teatri: probabile chiusura anche dopo il 15 gennaio

Evitare la terza ondata, ora che è partita anche la campagna di vaccinazione, è più che mai fondamentale: ecco perché è presumibile che non vari nulla rispetto a quanto previsto dal DPCM del 3 dicembre

Palestre, piscine, cinema e teatri sono destinati a non riaprire i battenti neppure il 15 gennaio 2021, data indicata come scadenza naturale del DPCM varato dal premier, Giuseppe Conte, lo scorso 3 dicembre.

Lo confermano alcune fonti interne a Palazzo Chigi, che rendono noto che, tra le novità previste dai prossimi provvedimenti, non figurerà la possibilità di fruire nuovamente dei luoghi sportivi e culturali al chiuso.

Fino a questo momento, il Governo ha sottolineato come ogni decisione sarà assunta basandosi meramente sull’andamento epidemiologico successivo all’Epifania e riferito al periodo delle festività natalizie, nella speranza che le misure introdotte in zona rossa abbiano davvero avuto l’efficacia che ci si augura.

Evitare la terza ondata, ora che è partita anche la campagna di vaccinazione, è più che mai fondamentale: ecco perché è presumibile che non vari nulla per quanto concerne palestre, piscine, cinema e teatri.