Nuovo DPCM, impianti sciistici aperti dal 7 gennaio: “Ma dovranno attenersi alle linee guida validate dal CTS”

Sfumano anche le residue speranze di un Natale sulle piste da sci, che potranno tornare ad accogliere gli appassionati della montagna e degli sport invernali soltanto dopo l'Epifania

Più informazioni su

Naufraga anche l’ultima, flebile speranza: durante le vacanze natalizie gli impianti sciistici dovranno restare chiusi. È quanto si legge nella bozza del nuovo DPCM, che sarà presentato nelle prossime ore dal premier Giuseppe Conte e che introdurrà le misure previste per le ormai imminenti festività.

Le strutture invernali di risalita non potranno entrare in funzione:Possono essere utilizzate solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e/o dalle rispettive federazioni per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali o lo svolgimento di tali competizioni”, si legge nel testo.

Tuttavia, a partire dal 7 gennaio 2021 gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all’adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato Tecnico Scientifico, rivolte a evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti”.

Più informazioni su