Quantcast

Presepe 2020, la statuina dell’infermiera donata al vescovo Delbosco foto

Il simbolo dell’impegno e del sacrificio di tutto il mondo della sanità per la cura delle persone colpite dalla pandemia è stato consegnato oggi, mercoledì 16 dicembre, da Confartigianato Imprese Cuneo al Vescovo delle diocesi di Cuneo e Fossano

Il nuovo personaggio del Presepe 2020 è l’infermiera impegnata a salvare la vita delle persone
colpite dal Covid-19 ed è raffigurata in una statuina realizzata da un laboratorio di arte presepiale di Napoli associato a Confartigianato. Il simbolo dell’impegno e del sacrificio di tutto il mondo della sanità per la cura delle persone colpite dalla pandemia è stato consegnato oggi, mercoledì 16 dicembre, da Confartigianato Imprese Cuneo al Vescovo di Cuneo e Fossano mons. Piero Delbosco.

L’iniziativa, inserita nel progetto pluriennale della Confederazione nazionale, insieme a Coldiretti e Symbola, intende valorizzare la tradizione del presepe con la consegna della statuina ai vescovi delle Diocesi di tutto il Paese.

Quest’anno si è scelto di rendere omaggio agli operatori sanitari con la raffigurazione di
un’infermiera realizzata in esclusiva per l’occasione dalla prestigiosa bottega d’arte presepiale napoletana “La Scarabattola” dei Fratelli Scuotto. Con questo gesto, Confartigianato vuole onorare tutti gli “eroi” della quotidianità che si impegnano per gli altri in questi mesi così difficili, in sintonia con il messaggio di Papa Francesco che nei giorni scorsi ha ringraziato chi si adopera per il prossimo nella pandemia, paragonandoli a San Giuseppe: l’uomo che passa inosservato.

Artigianato significa impresa che fa comunità. – spiegano Luca Crosetto, presidente di
Confartigianato Imprese Cuneo, e Joseph Meineri, direttore generale dell’Associazione – E lo
abbiamo dimostrato anche in questa terribile circostanza della pandemia. Con il nostro lavoro
abbiamo garantito prodotti e servizi indispensabili alle persone. Ma abbiamo anche contribuito ad offrire sostegno alla collettività. Per questo, in un anno così difficile per le nostre comunità e per i nostri imprenditori l’Associazione ha deciso di mettere al centro del Presepe i valori della solidarietà e della generosità testimoniati da tutti coloro che si battono per salvare la vita delle persone. D’altra parte, che il Presepe abbia ancora un peso forte nella percezione degli italiani lo dimostra il fatto che oltre 6 italiani su 10 (61%) lo considera importante per la famiglia e in maniera ancora più marcata (64%) per la comunità. E proprio questa rappresentazione natalizia può essere una valida testimonianza del valore artigiano, essendo da sempre preponderanti tra le statuine i mestieri del “saper fare”.”