Il regalo di Confartigianato Mondovì all’ospedale cittadino: bottigliette d’acqua da mezzo litro al reparto di terapia intensiva Covid

Paolo Manera, presidente del sodalizio monregalese: "Quest'iniziativa vuole dimostrare la vicinanza di Confartigianato non soltanto al mondo artigiano, ma anche all'ospedale di Mondovì e a tutto il personale ospedaliero, che in questi mesi di emergenza sanitaria è stato sempre in prima linea per la lotta al Coronavirus"

Confartigianato Mondovì ha scelto, ancora una volta, di schierarsi al fianco dei più deboli, anche e soprattutto in un periodo di enormi difficoltà come quello che il mondo intero sta attraversando, ammorbato dalla pandemia di Coronavirus.

Il sodalizio presieduto da Paolo Manera, infatti, ha inteso sostenere l’ospedale del capoluogo monregalese, denominato “Regina Montis Regalis”, donando bottigliette d’acqua da mezzo litro al reparto di terapia intensiva Covid, nel quale si trovano ricoverate in isolamento persone che non hanno modo di accedere ai distributori.

Come dichiara lo stesso Manera, “quest’iniziativa vuole dimostrare la vicinanza di Confartigianato non soltanto al mondo artigiano, ma anche all’ospedale di Mondovì e a tutto il personale ospedaliero, che in questi mesi di emergenza sanitaria è stato sempre in prima linea per la lotta al Coronavirus. Un gesto simbolico per augurare un po’ di serenità a tutti, in particolare alle persone ricoverate”.