Quantcast

Il principe Alberto di Monaco nella Valle Roya colpita dall’alluvione foto

Immediatamente dopo l' alluvione il sovrano monegasco aveva donato 4 milioni di euro donando aiuto concreto alle zone colpite

Più informazioni su

Breil-sur-Roya. A quasi tre mesi dalla tempesta Alex che ha devastato la Val Roya, nella giornata di ieri, lunedì 28 dicembre, il principe Alberto II di Monaco si è recato in visita a Breil-Sur-Roya per mostrare il proprio sostegno e la propria solidarietà alle popolazioni duramente colpite dall’alluvione.

Accompagnato da Frédéric Platini, segretario generale della Croce Rossa Monegasca, da Bettina Ragazzoni, tesoriera della CRM e da Claude Fabbretti, direttore operativo delle sezioni umanitarie internazionali e soccorritori CRM, il principe Alberto II ha incontrato i famigliari di coloro che nella notte tra il 2 e il 3 ottobre hanno perso la vita, ma anche i volontari, le associazioni e i soccorritori intervenuti in quei difficili giorni per sostenere con ogni mezzo possibile i cittadini rimasti isolati.

Il sovrano monegasco ha visitato i punti più colpiti dalla furia del maltempo e il magazzino nel quale attualmente vengono stoccati i prodotti alimentari e di prima necessità. Durante la sua visita ha avuto inoltre modo di incontrare i sindaci di Breil, Tende, La Brigue, Saorge e Fontan alla presenza del prefetto delle Alpi Marittime Bernard Gonzalez, del prefetto delegato alla ricostruzione delle valli alluvionate Xavier Pelletier, del deputato delle Alpi Marittime Alexandra Valetta-Ardisson e di Jean-Claude Guibal, presidente della comunità degli agglomerati della riviera francese.

Sin dai giorni successivi all’alluvione, il principe Alberto si era mobilitato per aiutare concretamente la Val Roya e la vicina provincia di Imperia, donando in totale 4 milioni di euro, denaro che verrà impiegato per la ricostruzione di ciò che la furia dell’acqua ha spazzato via.

[articolo realizzato dalla redazione di Riviera24.it]

Più informazioni su