Quantcast

Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 2000 chiusura definitiva della Centrale nucleare di Černobyl

Cuneo. Il sole è sorto alle 7:54 e tramonta alle 16:56. Durata del giorno nove ore e due minuti.

Santi del giorno
Santa Maria Crocifissa (Paola) di Rosa, vergine.
Beata Maria Vittoria de Fornari Strata, vedova e religiosa.
San Bacco, Dahhat, il Giovane.

Avvenimenti
1840 – Le spoglie di Napoleone Bonaparte vengono riportate agli Invalides.
1896 – Il medico italiano Scipione Riva-Rocci presenta alla stampa scientifica lo sfigmomanometro di sua ideazione.
1939 – Prima cinematografica di Via col vento.
2000 – Chiusura definitiva della Centrale nucleare di Černobyl.

Nati in questo giorno
Red Ronnie – Se c’è uno, in Italia, che s’intende di musica e cerca di dare sempre una possibilità agli artisti emergenti questo è Gabriele Ansaloni, in arte Red Ronnie (dove la prima parte richiama il colore dei capelli, la seconda il pilota di Formula 1 Ronnie Peterson). Comincia come cassiere in una banca del suo paese, per poi scoprirsi DJ radiofonico, prediligendo una programmazione di musica rock americana e inglese. Negli anni Settanta inizia l’attività giornalistica ed editoriale, incontrando futuri big della musica, su tutti Vasco Rossi. Proprio in onore a una celebre canzone del rocker di Zocca, sceglie Roxy Bar come titolo del programma televisivo, trasmesso dal 1992 al 2001 (su Videomusic, poi su TMC e infine su TMC2), che gli dà il massimo della notorietà, insieme a tre Telegatti (1994, 1995, 1996). Qui dà spazio a numerosi gruppi emergenti, attività che prosegue anche in altri contesti come l’i-Tim Tour (2001-02), che lancia i Negramaro. Vegano convinto, nel 2009 è consulente di internet e nuove tecnologie per il Comune di Milano, due anni dopo fonda una propria web TV, Roxy Bar TV, che, in modalità h24, recupera interviste e video storici delle sue trasmissioni più note. Festeggia 69 anni.
Gustave Eiffel (1832/1923) – Tra le menti più geniali nella storia delle costruzioni, fornì a due popoli i rispettivi monumenti simbolo. La famiglia era di origini tedesche, ma una volta trasferitasi a Parigi decise di cambiare il cognome Bönickhausen in Eiffel. Laureatosi nel 1855 in ingegneria chimica alla prestigiosa École polytechnique, il giovane Gustave si specializzò inizialmente in ponti e strutture di collegamento, acquisendo fama grazie al ponte Saint-Jean di Bordeaux. Nel 1880 lavorò al primo dei suoi capolavori: lo scheletro in metallo che doveva reggere la Statua della libertà, progettata in collaborazione con lo scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi e inaugurata a New York il 28 ottobre del 1886. L’anno seguente gli venne affidato un altro prestigioso incarico: realizzare una torre a Parigi in occasione dell’Esposizione universale del 1889. Fu così che il suo insuperabile genio trasformò 18.030 pezzi in ferro in un gioiello d’ingegneria. Inaugurata il 31 marzo del 1889 e destinata in partenza ad essere dismessa dopo l’Expo, la Torre Eiffel divenne il simbolo di un’intera nazione, fino a risultare, in anni più recenti, il monumento a pagamento più visitato al mondo.

Eventi sportivi
1891 – Nasce il basket ball. Quando piove e fa freddo le attività sportive all’aperto sono difficilmente praticabili. Per ovviare a questa situazione, dando la possibilità agli allievi di restare in allenamento anche durante il periodo invernale, il professor James Naismith, insegnante di ginnastica di origini canadesi nel YMCA (International Training School di Springfield), nel Massachusetts (USA), ha elaborato le 13 regole di un nuovo gioco indoor: il basket ball. Si gioca tra due squadre di nove giocatori e un cesto di vimini per le pesche, appeso ai due lati della palestra (il campo è quasi la metà di quello che in seguito sarà il rettangolo regolamentare). È l’inizio della storia di una disciplina sportiva che avrà in breve tempo una diffusione planetaria, coinvolgendo sia uomini che donne.

Proverbio / Citazione
Dicembre nevoso, anno fruttoso.
“Tutti i re sono dei furfanti”. Gustave Eiffel