Quantcast

“Garessio e Pamparato costituiranno una nuova Unione Montana?”

Interrogazione al sindaco da parte dei consiglieri garessini di minoranza (Isaac Carrara, Anna Maria Nasi e Renza Roberi)

I consiglieri comunali di minoranza di Garessio Isaac Carrara, Anna Maria Nasi e Renza Roberi hanno presentato un’interrogazione al sindaco, Ferruccio Fazio, per chiedere lumi in merito alla presunta costituzione di una nuova Unione Montana insieme al Comune di Pamparato, anche e soprattutto alla luce dell’approvazione del recesso dall’Unione Montana Alta Val Tanaro in occasione del Consiglio del 19 novembre 2019.

Le domande contenute nel documento presentato in municipio sono le seguenti:

1) Il Comune di Garessio perfezionerà l’uscita dall’Unione Montana Alta Val Tanaro preannunciata un anno fa?

2) È intenzione di formare una nuova Unione Montana con il Comune di Pamparato? Nel caso, quali sono i termini di funzionamento del nuovo ente? È stato abbozzato uno statuto? Quali saranno gli equilibri di potere tra le controparti, vista e considerata la posizione della maggioranza di non voler considerare sullo stesso piano Comuni con un grande divario di popolazione?

3) Quali eventuali costi dovrà affrontare il Comune di Garessio per uscire dall’attuale Unione Montana?

4) In quale modo verrà risolto il problema della proprietà degli impianti di Garessio 2000?

5) In quale modo, uscendo dall’Unione Montana Alta Val Tanaro che territorialmente corrisponde con il territorio della nostra vallata, verrà garantito un proficuo e corretto perseguimento degli interessi del Comune di Garessio sull’asse del Tanaro e in collaborazione con i Comuni limitrofi?

6) Come si porrà la nuova Unione rispetto al servizio socio assistenziale che ha attualmente la sede operativa nel Comune di Garessio, gestito dall’Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana Alta Valle Bormida su delega dell’Unione Montana Alta Val Tanaro? Si evidenzia che, per quanto riguarda il servizio socio assistenziale, il Comune di Pamparato fa riferimento al CSSM di Mondovì. Nel qual caso, ci sarà un servizio sdoppiato in considerazione di due Comuni appartenenti a territori geograficamente opposti?