Carrù, fine anno e primi 100 giorni di mandato del sindaco Schellino

"La speranza, per tutti, è che il 2021 sia davvero un anno nuovo, un anno di rinascita e ripresa, nel quale occorrerà dare maggior respiro al senso civico, veicolo necessario per costruire una cittadinanza responsabile"

Carrù. Arrivano via social gli auguri di buon anno del primo cittadino Nicola Schellino. Questa fine anno per lui coincide anche con i primi 100 giorni da sindaco.

Scrive:

Mi corre l’obbligo dunque di operare una duplice riflessione.

I primi 100 giorni di mandato sono stati certamente movimentati: la seconda ondata del Covid-19 ci ha subito posto di fronte ad una grande sfida e l’incombente organizzazione della 110^ edizione della Fiera ci ha obbligato a concentrare le nostre forze per la buona realizzazione dell’evento. La Fiera del Bue Grasso, nonostante tutto e diversamente dalle altre fiere che sono state cancellate, si è tenuta in assoluta sicurezza, il che rappresenta motivo di grande orgoglio e manifesto della nostra perseveranza e volontà. I numeri riscontrati, ovvero quasi 14.000 visualizzazioni dell’evento, hanno certificato un vero e proprio successo in termini di visibilità, circostanza che potrà dare solo benefici nell’ottica della promozione dell’edizione del 2021.

Il 2020 è stato un anno per il quale si è detto già tutto. Personalmente non potrò mai bollare questo anno come assolutamente negativo perché il risultato elettorale di Settembre è un ricordo straordinario, ben vivo e presente in me, tanto che il solo pensiero ancora mi emoziona e mi rende orgoglioso della fascia tricolore che indosso.

La riflessione che voglio portarVi sull’anno nuovo possiede portata generale: oggi, più che mai, siamo chiamati a compiere un grande sforzo di comprensione e di impegno verso il prossimo, tenendo sempre a mente che le nostre forze, unite verso un unico obiettivo, sono ciò di cui il paese ha bisogno per migliorare. La speranza, per tutti, è che il 2021 sia davvero un anno nuovo, un anno di rinascita e ripresa, nel quale occorrerà dare maggior respiro al senso civico, veicolo necessario per costruire una cittadinanza responsabile.

In quest’ottica sarà importante tenere a mente l’esempio di tutti i volontari che, a diverso titolo, impiegano il loro tempo libero alla buona riuscita delle tante attività ed iniziative intraprese sul territorio.

Ai cittadini ed alle famiglie di Carrù porgo pertanto l’augurio di un sereno 2021, auspicando che, ogni giorno, ciascuno di noi sia capace di rinnovare il proprio impegno per costruire insieme un futuro migliore per sé e per la nostra Carrù.”