Cadavere ritrovato lungo il Tanaro a Bastia Mondovì: è una delle salme del cimitero di Trappa?

Il ritrovamento è avvenuto nel pomeriggio di sabato 26 dicembre 2020 da parte del cane di un cacciatore in località Alma. La Procura ha disposto l'autopsia e l'esame del DNA

È stato un cacciatore, dopo il ritrovamento da parte del suo cane, a dare l’allarme: nel pomeriggio di sabato 26 dicembre 2020 un cadavere è stato ritrovato a Bastia Mondovì, in località Alma, lungo il corso del fiume Tanaro, coperto da tronchi e detriti, frutto probabilmente dell’alluvione di venerdì 2 e sabato 3 ottobre.

L’ipotesi più accreditata al momento, infatti, è che si tratti di una delle salme che riposavano nel cimitero di Trappa, frazione appartenente al Comune di Garessio, prima che la furia delle acque trasportasse bare e corpi a valle.

Saranno l’autopsia e l’esame del DNA, disposti dalla Procura di Cuneo, a decretarne con precisione la provenienza.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Dogliani e di Cuneo, oltre ai carabinieri di Mondovì e della stazione di Frabosa Soprana.