“A passo di corsa verso Cuneo 2022”, il convegno digitale dei Bersaglieri verso il Raduno Nazionale

L’evento online, organizzato dai vertici del comitato organizzatore del 69esimo raduno nazionale, in programma a Cuneo nel maggio 2022, ha presentato un programma più preciso sull’evento e tracciato brevemente la storia del corpo militare, nato a Torino nel 1836.

Si è tenuto stamattina, online il convegno “A passo di corsa verso Cuneo 2022”. Organizzato dai vertici del comitato organizzatore del 69esimo raduno nazionale dei Bersaglieri, in programma a Cuneo nel maggio del 2022, esso è stato un momento di presentazione di uno dei corpi armati più interessanti del nostro paese e di alcune delle novità che il Raduno porterà alla città di Cuneo, prima fra tutte l’istituzione di un monumento dedicato ai Bersaglieri, similmente a quanto accaduto nel 2007 per l’Adunata Nazionale degli Alpini.

All’evento, trasmesso in diretta su Youtube, hanno partecipato, oltre ai grandi nomi dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, anche molti volti noti delle istituzioni provinciali e regionali. Su tutti, spicca l’intervento del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, che ha espresso l’importanza del messaggio, portato avanti da sempre da parte dei Bersaglieri, di non fermarsi di fronte alle difficoltà, procedendo “velocemente e bene”, come da motto storico del corpo. Un pensiero molto attuale in un periodo come quello che stiamo vivendo.

Per quanto riguarda Cuneo, hanno preso parte al dibattito il Sindaco Federico Borgna, il presidente della Fondazione CRC Giandomenico Genta e il vescovo Mons. Piero Delbosco. Nei loro brevi interventi tutti e tre hanno sottolineato come l’evento in programma nella nostra città per il 2022 sia al contempo un’eccezionale vetrina per Cuneo e un modo per far conoscere alla cittadinanza una storia che ha radici profonde e presenta da sempre un forte legame con la nostra Provincia.

Per quanto riguarda, invece i Bersaglieri, sono intervenuti, oltre al moderatore Gen. Antonio Pennino, il comandante dell’11° Reggimento Diego Cicutti, il Presidente dell’Associazione Nazionale Bersaglieri Ottavio Renzi e il Generale Roberto Perretti, vera e propria istituzione delle missioni all’estero che hanno visto protagonisti i Bersaglieri soprattutto negli ultimi quarant’anni. In modo particolare questi ultimi hanno raccontato brevemente la storia del corpo militare, iniziata il 18 giugno 1836 a Torino e sviluppatasi lungo tutta la storia del Regno e della Repubblica con i Bersaglieri sempre protagonisti.