Quantcast

Farigliano, riflessioni natalizie dell’amministrazione comunale

"Come ben sappiamo tutti è stato un anno particolarmente difficile, uno di quelli che probabilmente entreranno nella storia" scrive il primo cittadino Ivano Airaldi

Farigliano. Arrivano come ogni anno gli auguri per le prossime festività da parte del primo cittadino e dell’Amministrazione Comunale. Ripercorrendo questo tutt’altro che facile 2020 che volge al termine.

Care e cari Fariglianesi, come da tradizione anche quest’anno voglio portare a tutti voi gli auguri di Buon Natale da parte mia e di tutta l’Amministrazione Comunale. Non è facile quest’anno scrivere qualcosa che non rischi di sembrare scontato. Come ben sappiamo tutti è stato un anno particolarmente difficile, uno di quelli che probabilmente entreranno nella storia. Quando festeggiavamo l’arrivo del 2020 nessuno avrebbe mai immaginato ciò che sarebbe successo nei mesi a venire. L’arrivo di questa pandemia ha segnato tutti noi: abbiamo perso dei concittadini, degli amici; abbiamo dovuto sperimentare sulla nostra pelle la privazione di molte libertà e stiamo facendo ancora il nostro dovere con grande compostezza e responsabilità e di questo ve ne siamo veramente grati. Abbiamo perso molto, ma abbiamo anche visto rinascere quell’indole meravigliosa che contraddistingue i Gatt Röss, qualcosa di incredibile che capita sempre (nel momento del bisogno) nel nostro paese: una SOLIDARIETA’ MERAVIGLIOSA. Sono stati numerosi i volontari che in questi mesi si sono messi a disposizione degli altri, di chi aveva bisogno di aiuto, riuscendo a creare una rete di aiuti preziosissima, con forze ed energie inaspettate che ci hanno permesso di guardare e andare avanti tutti insieme per raggiungere nuovi obiettivi. Ed è proprio questo il nostro augurio per tutti voi: di continuare a guardare avanti! Non abbiamo la sfera di cristallo, non sappiamo quando tutto questo finirà, ma siamo consapevoli che sia necessario tornare a fare progetti, con uno spirito fiducioso e positivo che ci faccia guardare lontano, nella speranza che quanto è stato realizzato in questi quasi due anni di amministrazione, pur con degli errori, incontri il vostro parere favorevole; vogliamo portare avanti tutti i progetti che abbiamo congelato e tanti altri ancora che avremmo piacere di condividere presto con tutti voi; noi come Amministrazione abbiamo ricominciato a progettare grandi sogni per Farigliano, con i numerosi aiuti avuti dalla Fondazione CRC, dal GAL Mongioie, dalla Regione e dallo Stato, cercando di realizzare strutture utili a tutti, cercando di non dimenticare nessuno, dai giovani agli anziani, ai bambini, alle persone bisognose.
Gli sforzi che stiamo compiendo vanno in questa direzione, ponendo grande attenzione al bilancio comunale e alla realizzazione di interventi a medio e lungo termine per lo sviluppo del nostro paese, ripartendo dai rapporti umani, dall’incontro con gli altri, dalla consapevolezza che la nostra comunità è aperta alla solidarietà e alla condivisione.
Il Natale sia occasione per essere una comunità vicina alla famiglia, amica dei suoi vecchi e dei suoi giovani.
Dunque
Buon Natale a tutte le donne e uomini di Farigliano.
Buon Natale a tutti i nostri giovani, speranza per il futuro.
Buon Natale ai bambini, che sono la nostra più grande ricchezza affinché abbiano occhi attenti e cuori aperti per accogliere, sempre.
Buon Natale agli anziani, custodi delle nostre radici e di una memoria storica che è insegnamento di vita.
Buon Natale e un grazie sincero a tutte le associazioni di volontariato per il loro splendido e continuo supporto e per il contributo al funzionamento dei servizi e alla realizzazione degli eventi nella nostra comunità.
Buon Natale agli Assessori, a tutti i componenti del Consiglio Comunale e ai Dipendenti per aver svolto il proprio ruolo con grande senso di responsabilità e altissima professionalità.
Buon Natale ai nostri commercianti e alle nostre imprese che con grande dignità hanno affrontato e stanno affrontando questo delicatissimo periodo.
Buon Natale a tutti gli Operatori e a chi si occupa della nostra Casa di Riposo per l’encomiabile e straordinario lavoro svolto in questo particolare anno.
Chiudo esortandovi a guardare oltre: ritroviamo fiducia e voglia di novità, senza però perdere quello spirito di solidarietà e altruismo che tanto contraddistingue il nostro paese.
Auguri di cuore a tutti voi”