Saluzzo presenta “Ecologia, il benessere del nostro futuro”: al via la rassegna dell’Azione cattolica

L'iniziativa, patrocinata dal Comune, vivrà alle 20.30 di oggi il suo primo appuntamento, sulle pagine social dell'Azione cattolica della città e del "Corriere di Saluzzo"

Il Comune di Saluzzo ha concesso il patrocinio al ciclo di incontri organizzato dall’Azione cattolica diocesana dal titolo “Ecologia: il benessere del nostro futuro”. Il debutto avverrà alle 20.30 di oggi, mercoledì 25 novembre, sulle pagine social dell’Azione cattolica della città e del “Corriere di Saluzzo”.

Il tema prescelto? “Ecologia e fede”, con gli interventi dei professori Pierluigi Malavasi, direttore dell’Alta Scuola per l’Ambiente dell’Università Cattolica, e Caterina Calabria, esperta sui temi del rapporto tra dottrina sociale della Chiesa e custodia del Creato.

Il sindaco, Mauro Calderoni, commenta così l’iniziativa: Da anni cerchiamo di aumentare la sensibilità sui temi ambientali e fi ribadire l’importanza delle relazioni sociali, proprio nell’ottica evidenziata da Papa Francesco e quindi ben vengano tutte le opportunità di approfondimento che aiutano ad allargare la mente e a sviluppare il senso di comunità”.

Gli fa eco il presidente dell’Azione cattolica saluzzese, Davide Debernardi: “Il tema generale di questo nuovo percorso è l’ecologia integrale, analizzata sotto varie sfaccettature. Papa Francesco, nell’enciclica ‘Laudato Si’, assume il termine ‘ecologia’ non nel significato generico di una semplice preoccupazione ‘verde’, ma in quello ben più profondo d’approccio a tutti i sistemi complessi, la cui comprensione richiede il ‘mettere in primo piano la relazione delle singole parti tra loro e con il tutto’. Ecologia ‘integrale’ significa, allora, accedere alla consapevolezza che non solo siamo tutti in relazione, ma che siamo realmente relazione, essendo questa la forma fondamentale della vita, ciò che le permette di rinnovarsi, di rigenerarsi in un continuo rapporto con l’altro. L’ecologia integrale diventa così il paradigma capace di tenere insieme fenomeni e problemi ambientali con questioni che normalmente non sono associate all’agenda ecologica in senso stretto, come la vivibilità degli spazi urbani, il sovraffollamento dei trasporti pubblici, il lavoro e il commercio locale. Tutti siamo chiamati a questa sfida, come cristiani, cittadini, uomini e donne del mondo”.

Come spiegano dal municipio, il ciclo proseguirà il 20 gennaio con “Politica green” insieme al professor Roberto Zaboli, il 5 febbraio con “Ecologia – territorio – lavoro” con i professori Paolo Rizzi e Livio Bertola e si concluderà il 19 marzo con “Quotidianità ecologica” con Ernesto Testa, don Flavio
Luciano, Giorgio Prino, Davide Battisti, il vicesindaco di Saluzzo (Franco Demaria) e il direttore del “Corriere di Saluzzo”, Alberto Gedda.

Chi volesse partecipare da remoto attraverso la piattaforma Zoom, è pregato di scrivere a
acsaluzzo@gmail.com.