Radicali Cuneo: il bilancio dell’Assemblea annuale di domenica scorsa

Confermati Filippo Blengino come Segretario e Gabriele Mellino alla presidenza, volti nuovi, invece, per la Tesoreria (Alessia Lubèe) e nella Direzione dell'Associazione. Cambia anche la denominazione della sezione di Cuneo, che è stata intitolata a Gianfranco Donadei, neuropsichiatra cuneese mancato nel 2018, tra i fondatori del Partito Radicale.

Si è chiusa domenica sera l’assemblea annuale dell’Associazione Radicali Cuneo che ha rinnovato gli organi dirigenti e approvato diversi documenti. Come prima cosa l’assemblea ha cambiato il nome dell’associazione territoriale di Radicali Italiani, prevedendo l’aggiunta alle parole “Radicali Cuneo” di “Gianfranco Donadei”. Con questa decisione l’associazione viene quindi intitolata allo storico esponente politico e neuropsichiatra radicale scomparso nel 2018. “Un gesto più che dovuto” ha detto il Segretario uscente Filippo Blengino nella sua relazione, aggiungendo: “Gianfranco è stato uno dei fondatori del Partito Radicale e ha combattuto per tutta la sua vita per i diritti degli altri, con l’arma più potente di tutte: la nonviolenza”.

Ricco il dibattito dell’assemblea, a cui ha partecipato anche il Segretario nazionale di Radicali Italiani Massimiliano Iervolino e Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni. Dopo l’approvazione del bilancio l’assemblea ha rinnovato gli organi dirigenti. Confermato Filippo Blengino alla Segreteria, che ricoprirà anche il ruolo di legale rappresentante, e Gabriele Melino alla Presidenza. La nuova Tesoriera sarà la ventenne Alessia Lubèe, che subentra all’uscente Loreno Bruno. A maggioranza femminile sarà invece la Direzione dell’Associazione Radicali Cuneo – Gianfranco Donadei: confermata Beatrice Pizzini e Gemma Macagno, le new entry saranno la fossanese Alexandra Casu, che ricoprirà anche il ruolo di responsabile stampa, Nicolò Mellano e la commercialista Liliana Meinero.

Nella mozione generale sono stati individuati gli obiettivi dell’anno 2021 per il gruppo radicale: continuerà l’impegno in favore dei diritti civili e umani, con particolare attenzione ai temi legati al fine vita, alla legalizzazione della cannabis e contro le discriminazioni raziali e di genere. Informazione sessuale, carceri, ambiente, caccia, giovani, laicità e elezioni amministrative di Cuneo 2022, gli altri temi riportati in mozione.