Per la cuneese Primalpe una premiazione anche senza cerimonia: già in pista l’edizione 2021 foto

Il momento, pomeridiano, negli ultimi anni era concluso da  generoso rinfresco (prima, quando la premiazione era mattutina, tra fine novembre ed inizio dicembre, terminava con il «pranzo sociale», stile dalle profonde radici bovesane). Ma il “Concorso” si è svolto ugualmente con una partecipazione addirittura superiore agli anni scorsi

Più informazioni su

L’emergenza Covid rende impossibile, quest’anno, la grande festa pubblica annuale dell’Associazione “Primalpe Costanzo Martini” che era l’occasione per premiare i vincitori del concorso di letteratura popolare che si ripete da ormai quarantatre anni. Il momento, pomeridiano, negli ultimi anni era concluso da  generoso rinfresco (prima, quando la premiazione era mattutina, tra fine novembre ed inizio dicembre, terminava con il «pranzo sociale», stile dalle profonde radici bovesane). Ma il “Concorso” si è svolto ugualmente con una partecipazione addirittura superiore agli anni scorsi. E, fresche di stampa, sono state pubblicate le due riviste che hanno sostituito “’L tò Almanach” e che raccolgono il meglio di tutti i lavori partecipanti al concorso.
Per “Primalpe 2020 –  Cultura e tradizioni – antologia di narrativa e poesia”, dedicata agli autori con più di diciotto anni, centinaia gli elaborati arrivati in redazione da autori di tutta la provincia di Cuneo, Torino, Asti, Genova, Savona, Milano, Pordenone, Rovigo, da Oltralpe fino alle porte di Parigi.
Tante espressioni linguistiche differenti, italiano, piemontese, occitano, provenzale, dialetti vari, per 300 pagine composte da diario, racconti, saggi, fiabe, valutate e scelte per la pubblicazione: sessantasei firme per la sezione narrativa e cinquantun firme per la sezione poesia. Il Consiglio Direttivo Primalpe ha decretato per le due sezioni undici vincitori. Per la  narrativa Valeria Martano (Montaldo Torinese), Irene Botto (Cuneo), Cinzia Dutto (Borgo San Dalmazzo), Franca Biglino (Cuneo), per la poesia Matteo Lauria (Susa, provincia di Torino), Livio Fabrizio Pignatelli (Torino), Francesca Rasta (Cuneo), Anna Maria Bossone Migliarini (Asti), Gabriella Pepino (Entracque), Lorenzo Truca (Vernante), Gianpaolo Beretta (Borgo San Dalmazzo).
Ad ogni vincitore, viene consegnata un’ importante selezione di libri pubblicati da “Primalpe” e un buono acquisto per prodotti gastronomici. Sulla rivista è possibile prendere visone del bando per l’edizione 2021 che scadrà il 30 aprile prossimo.
“Primalpe Ragazzi 2020” è creata da ventitre Istituti Comprensivi, Scuole di ogni ordine e grado, Oratori parrocchiali, Museobimbi, e tanti ragazzi che si sono proposti singolarmente. Il tema era libero e tutte le proposte sono arrivate in redazione con una notevole completezza di forma e di sostanza, dando vita ad “un festival dello scrivere, leggere, disegnare, fotografare”. Tutti indistintamente sono stati premiati con selezione di libri Primalpe e buono omaggio per cancelleria.

Più informazioni su