Piemonte, allarme rosso terapie intensive: solo 10 posti liberi in tutta la regione

Ore di preoccupazione per i vertici regionali: cosa succederà se si esaurirà la disponibilità?

Che la situazione connessa alla pandemia di Coronavirus in Piemonte non sia rosea, lo si è già capito da un pezzo, nonostante l’indice Rt sia diminuito in questi giorni e i tempi di raddoppio del contagio si siano dilatati.

Ad aggravare un quadro di per sé già estremamente critico, si è aggiunta l’emergenza connessa alle terapie intensive, che non fanno dormire sonni tranquilli ai vertici della Regione: sono ormai circa 360 i piemontesi ricoverati in questi reparti.

Un numero preoccupante, dal momento che in tutto il territorio regionale sono presenti all’incirca 370 posti di terapia intensiva per pazienti Covid. Ergo, ne restano soltanto 10 a disposizione: pochi, pochissimi.

Cosa succederà se si esaurirà la disponibilità? I malati di Coronavirus saranno trasferiti in altre regioni? Oppure si faranno dei tagli ai posti destinati ai degenti di altri reparti? Un rebus doloroso, che le Asl saranno chiamate a risolvere forse già nelle prossime ore.