“Paracetamolo sì, antibiotici no”: spunta il protocollo per curare a casa i malati Covid, ma i medici di famiglia non ne sanno nulla

L'indiscrezione è stata riportata dall'ANSA: il gruppo di lavoro del Ministero della Salute ha redatto la bozza, ma non l'avrebbe condivisa con i medici di base, che, peraltro, non sarebbero d'accordo con le indicazioni terapeutiche

Più informazioni su

Un caso che si tinge di giallo: il gruppo di lavoro del Ministero della Salute ha redatto una bozza del protocollo utile a curare a casa i malati di Coronavirus, ma i medici di famiglia non ne sanno nulla e non condividono le indicazioni terapeutiche individuate.

Un’indiscrezione riferita dall’ANSA, che riporta anche le linee guida del protocollo: paracetamolo per i sintomi febbrili, antinfiammatori se il quadro clinico del paziente Covid inizia ad aggravarsi, cortisone solo in emergenza per evitare di aggredire il sistema immunitario del malato.

Non è prevista, inoltre, la somministrazione di nessun farmaco antireumatico, né di antibiotici. Eparina concessa solo alle persone che hanno difficoltà a muoversi.

Più informazioni su