Nuovo Dpcm: stop alla caccia nelle zone rosse

Non rientra fra le attività che possono essere definite necessarie

Sulla base delle limitazioni alle attività stabilite dall’emergenza sanitaria in corso e da quanto previsto dall’ultimo Dpcm anche l’attività di caccia è sospesa nelle zone rosse, in quelle arancioni è cancellato il nomadismo venatorio, in quelle gialle i cacciatori non si potranno muovere prima delle 5 del mattino.

Perché? La caccia non rientra fra le attività che possono essere definite necessarie, e per questo motivo è sottoposta ai limiti introdotti dal nuovo DPCM.

Per questo le Regioni devono attenersi a quanto stabilito nell’ultimo Dpcm e non ad autorizzare la caccia nonostante i chiari divieti e limitazioni perchè si tratterebbe di un atto estensivo e non limitativo per questo illegittimo.