Nuovi computer per l’Istituto Comprensivo Taricco di Cherasco

Banca di Cherasco a sostegno delle scuole del territorio

Più informazioni su

Cherasco. Di recente Banca di Cherasco ha donato alcuni computer portatili all’Istituto Comprensivo Taricco di Cherasco, con cui la Banca intrattiene un forte legame da anni.

L’Istituto Comprensivo Sebastiano Taricco conta, nell’anno 2020/2021, più di 1.360 alunni iscritti tra Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Secondaria. L’utilizzo delle tecnologie all’interno delle aule è una prassi ormai consolidata grazie all’utilizzo di computer e lavagne multimediali. In questi mesi di emergenza la scuola si è organizzata per far fronte alle diverse situazioni e permettere così ai ragazzi di svolgere in totale sicurezza lo svolgimento delle lezioni. A sostegno di tale attività, Banca di Cherasco è intervenuta con un’azione concreta a favore di studenti e famiglie.

Siamo grati per il supporto che Banca di Cherasco ci ha offerto: in questo periodo di emergenza sono gli aiuti concreti a fare la differenza” chiarisce Alberto Galvagno, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Taricco. “La donazione dei computer consolida un rapporto ormai duraturo tra il nostro Istituto e la Banca, la quale in passato aveva già contribuito al rinnovo dell’ormai obsoleto laboratorio di informatica.  I computer serviranno ad aumentare il comparto tecnologico della scuola, verranno utilizzati all’interno delle classi, collegati alla lavagna multimediale oppure donati in comodato d’uso alle famiglie che ne faranno richiesta.”

L’istruzione è un valore fondamentale della nostra società. Siamo orgogliosi di poter aiutare i ragazzi dell’Istituto Taricco attraverso la donazione di strumenti informatici che in questo periodo di emergenza risultano essenziali” spiega Giovanni Claudio Olivero, Presidente di Banca di Cherasco. “Ora più che mai reputiamo necessario rafforzare il senso di comunità. La cooperazione con il territorio è uno degli strumenti che ci permette di affrontare al meglio questa fase critica e ci aiuta a guardare al futuro con fiducia.”

Più informazioni su