Natale in lockdown, come sarà? Prime ipotesi: cenone con 6 persone e coprifuoco a mezzanotte

Potrebbe anche essere consentito lo spostamento tra regioni per fare ritorno alla propria residenza o al proprio domicilio: tutto dipenderà dai dati statistici e numerici connessi alla pandemia di Coronavirus

Più informazioni su

Sarà un Natale diverso, questo ormai è assodato. Il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, ha parlato di “25 dicembre con i tuoi”, il premier Conte di “festa spirituale”. Ora filtrano anche le prime ipotesi in materia delle norme che saranno contenute nel nuovo DPCM e che riguarderanno, inevitabilmente, anche le festività natalizie.

Beninteso: tutto dipenderà anche dall’entità dei dati statistici e numerici inerenti alla pandemia nel nostro Paese a inizio dicembre, a cominciare dall’indice Rt di contagio, che si auspica possa tornare sotto l’1.

Al momento, filtra un cauto ottimismo in merito a quest’ultimo aspetto e si pensa che il Governo possa allentare leggermente le misure restrittive. Come? Potrebbe essere ad esempio concessa la possibilità di organizzare un cenone casalingo con un massimo di 6 persone, purché siano conviventi o parenti stretti, con lo stesso numero di commensali attorno al medesimo tavolo nei ristoranti aperti nelle zone gialle.

Potrebbe anche essere consentito lo spostamento tra regioni per fare ritorno alla propria residenza o al proprio domicilio e l’orario di inizio del coprifuoco potrebbe slittare alle 24 in occasione della notte della vigilia e del 31 dicembre.

Più informazioni su