<-- fb verification -->

Natale, il Governo lavora alle nuove regole: cenone, messe, sci, shopping e spostamenti

Oggi incontro a Palazzo Chigi tra il premier Conte, i ministri e i capidelegazione della maggioranza. Boccia e Speranza dialogano con le Regioni

Il Governo è al lavoro per stabilire le regole definitive per affrontare in piena sicurezza il Natale e il periodo delle festività ad esso connesse: proprio oggi, a Palazzo Chigi, il premier Giuseppe Conte si interfaccerà con i ministri e i capidelegazione della maggioranza, proprio mentre, in contemporanea, Boccia e Speranza si confronteranno con i governatori delle Regioni, al fianco del Commissario per l’emergenza Arcuri e del capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

I temi sul tavolo sono tanti: cenone, messe, sci, shopping e spostamenti, oltre alle scuole, che potrebbero ripartire dal 9 dicembre, anche se questa, al momento, è solo un’ipotesi, sostenuta tuttavia con forza dal ministro Lucia Azzolina e anche da Conte (“Non dobbiamo procurare disagi ai nostri giovani”).

Chiara, in merito alle restrizioni, la posizione del presidente del Consiglio, intervenuto in conferenza stampa a Palma di Maiorca: Pensiamo si debbano introdurre maggiori cautele per prevenire un’impennata nei contagi, la dobbiamo evitare. Non vogliamo invadere scelte di natura nazionale, ci stiamo premurando per evitare che ci siano trasferimenti transfrontalieri, evitando che nel caso si vada all’estero si possa rientrare senza nessun controllo sanitario”.

Resta da capire, adesso, quanto ferrea sarà la stretta che Giuseppe Conte darà al Paese per il periodo più atteso dell’anno: saranno confermate le chiusure degli impianti sciistici (la Germania chiede una chiusura di tutti gli impianti di risalita del Vecchio Continente sino al 10 gennaio) e i cenoni con al massimo 6 persone conviventi o familiari?