Limone Piemonte, lavori agli impianti sciistici: il sindaco firma l’ordinanza

Il primo cittadino, Massimo Riberi, ha sottoscritto il provvedimento con cui concede il via libera alla LIFT per la realizzazione delle opere di ripristino e messa in sicurezza del comprensorio Riserva Bianca nella porzione di proprietà comunale

Prosegue la corsa contro il tempo di Limone Piemonte, località alpina della valle Vermenagna devastata dall’alluvione di venerdì 2 e sabato 3 ottobre, per riuscire ad aprire i propri impianti sciistici nel corso della stagione invernale ormai alle porte.

A seguito degli accadimenti calamitosi a cui accennavamo in precedenza, l’intero territorio comunale è stato interessato da gravi dissesti e movimenti franosi, che ne hanno compromesso l’assetto idrogeologico.

Lo scorso 29 ottobre, la società LIFT (Limone Impianti Funiviari e Turistici) ha presentato in municipio una richiesta, con annessa relazione a firma del geologo Giovanni Ansaldi, in cui ha individuato gli
interventi da realizzare con assoluta urgenza (a tutela della pubblica e privata incolumità) nel comprensorio della Riserva Bianca.

L’ufficio tecnico comunale ha confermato quanto riferito dall’esperto in seguito a un sopralluogo e così, ritenuto che si rende necessario e indispensabile intervenire immediatamente al ripristino e alla messa in sicurezza dell’intero comprensorio della Riserva Bianca, attraverso opportune opere di protezione e sostegno (anche mediante il ripristino della giacitura del terreno, degli allacciamenti e dei sottoservizi), il sindaco, Massimo Riberi, ha messo la propria firma in calce all’ordinanza con cui dà il via libera all’esecuzione immediata dei lavori (a carico e spese del Comune) nella parte di comprensorio di proprietà municipale, senza dimenticare la relativa viabilità d’accesso e tutti i sottoservizi danneggiati (linee telefoniche, linee elettriche, rete internet, rete idraulica).