L’appello di Chiara Gribaudo: “Riaprire le Medie il prima possibile”

La vicecapogruppo del PD alla Camera esprime il suo punto di vista attraverso un post su Facebook. “Appena saremo riusciti a piegare questa curva tremenda, gli studenti delle medie dovranno essere i primi a tornare in classe. È una questione di futuro”.

Più informazioni su

Manifestando piena solidarietà ad Anita, la studentessa della Scuola Media “Italo Calvino” di Torino che, vistasi costretta a seguire le lezioni a distanza, ha deciso di studiare all’aperto, di fronte alla sua scuola, la deputata cuneese Chiara Gribaudo ha pubblicato un post su Facebook in cui ha dato il suo punto di vista sull’importanza della didattica in presenza, soprattutto per gli alunni delle Medie, e la necessità di riaprire in primis quest’ultime, una volta superata la curva epidemiologica in corso.

Ancora più che alle superiori, dove i ragazzi sono un po’ più capaci di gestire lo studio, credo che per le scuole medie si dovrebbe fare ogni sforzo per consentire la didattica in presenza, anche a rotazione. Si tratta di anni difficili e di transizione per gli studenti, in cui le differenze dovute al livello di istruzione familiare possono allargarsi enormemente, se non sono seguiti da vicino e con l’attenzione che solo il rapporto umano può dare.

Certo, è difficile tornare indietro sulle misure anti contagio, specie in questo momento e sempre tenendo in considerazione i rischi a cui sono sottoposti gli insegnanti. Ma appena saremo riusciti a piegare questa curva tremenda, gli studenti delle medie dovranno essere i primi a tornare in classe. È una questione di futuro”.

Più informazioni su