“Impianti sciistici aperti, bar e ristoranti chiusi”: l’idea di Cirio per salvare l’inverno

Ai microfoni di Rai News 24, il governatore del Piemonte precisa: "Possiamo trovare un punto di equilibrio, come stanno facendo altri Paesi"

Il rischio concreto che gli impianti sciistici possano non aprire quest’inverno (a causa della pandemia di Coronavirus) spaventa, e non poco, anche i governatori regionali e, non ultimo, Alberto Cirio.

Il presidente del Piemonte, intervenuto ai microfoni di Rai News 24, ha asserito: “Possiamo trovare un punto di equilibrio, come stanno facendo altri Paesi. Lo sci è uno sport e lo si può praticare in sicurezza. Si potrebbe consentire l’attività sciistica, lasciando chiusi bar e ristoranti. È una strada che dobbiamo percorrere insieme al Governo”.

Va da sé che questa decisione comunque comprometterebbe (e non poco) il settore della somministrazione e il canale Ho.Re.Ca. e i ristori governativi non potrebbero bastare a sanare i mancati introiti di un’intera stagione.

“Come sempre – ha concluso Cirio –, bisogna cercare soluzioni di buon senso e verificare se esista la possibilità di permettere alle attività sciistiche di funzionare, pur nel rispetto, prioritario, delle condizioni di salute“.